Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Questa non è una pandemia…», scoppia la rissa a Cartabianca tra Scanzi e il No vax Contri: «Cretino… Bollito…» – I video

Nello scontro finisce anche l’ex giornalista Rai Antonio Caprarica che ha già annunciato di querelare il professore che fa parte del gruppo «Dubbio e precauzione»

Poco ci è mancato che in studio a Cartabianca su Raitre non si arrivasse alle mani tra Alberto Contri e Andrea Scanzi. La slavina che Bianca Berlinguer non ha potuto fermare in nessun modo è partita dal docente universitario, membro del neonato gruppo «Dubbio e precauzione», la commissione animata da personaggi come Carlo Freccero e Giorgio Agamben. «Questa non è una pandemia – ha detto Contri – ma una sindemia. Una patologia che prende soprattutto gli anziani. Non mi fido di questo tipo di vaccino, aspetto quello proteico». Basta un attimo e si finisce agli insulti. Il giornalista del Fatto quotidiano parte alla carica: «Questo non sa niente di scienza, né sa di cosa stia parlando, né dove sia ora». Da lì parte lo scontro a suon di: «Nano… mascalzone…» rivolto a Scanzi, «Bollito, vai a zappare» per il docente.


Nel tentativo di riportare la calma, la parola passa ad Antonio Caprarica. Ma la scelta si rivela presto controproducente. L’ex corrispondente Rai si dice favorevole ai vaccini anti Covid e critica la posizione di Contri, che derubrica la pandemia solo perché gli anziani sono colpiti dalla malattia più dei giovani. Contri va quindi a ripescare il turbolento addio di Caprarica alla Rai, al che il giornalista perde le staffe: «Lei è un cialtrone». Così il discorso passa ai morti per fumo che secondo Contri meritano più attenzione delle vittime di Covid. Lo scontro in studio si rinfiamma: «Hai i neuroni di un cercopiteco. Emergenza? Basta guardare te per capire l’emergenza…» dice Scanzi al professore, che a questo punto minaccia più volte di abbandonare lo studio: «Basta, io con questo cretino non ci sto. Stupido, mascalzone…». Volano minacce di querele da tutti i fronti, mentre Contri decide finalmente di andarsene, quando la conduttrice lo richiama: «Guardi che sta uscendo dalla parte sbagliata».

Leggi anche: