Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cile, la sinistra di Boric trionfa alle presidenziali. Il candidato di estrema destra Kast ammette la sconfitta

Gabriel Boric si prepara a guidare il Paese sudamericano. Con i suoi 35 anni, sarà il più giovane presidente della storia del Cile

Il ballottaggio delle presidenziali in Cile si è rivelando favorevole a Gabriel Boric, a capo della coalizione di sinistra Apruebo Dignidad ed ex leader delle proteste studentesche. Le urne si sono chiuse alle 18 di oggi ora locale (le 22 italiane), e con oltre l’80% delle schede scrutinate Boric è in testa con oltre il 55.5% delle preferenze contro il 44.5%% di José Antonio Kast, candidato di estrema destra del Partido Republicano. Per molti analisti si tratta di un risultato a questo punto irreversibile. Stando a quanto riportato da Amerca Elects, Kast ha ammesso la sconfitta e si è congratulato con il suo avversario. L’esito era molto incerto: al primo turno del 21 novembre, Kast aveva ottenuto il 27,9% dei voti, Boric il 25,8%. Boric, con i suoi 35 anni, sarà il più giovane presidente della storia del Cile.


Immagine di copertina: EPA/Alberto Valdes


Leggi anche: