Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Le parole del Papa per il Natale: «Basta morti sul lavoro. Impegniamoci per questo»

Il Pontefice ha lanciato anche un messaggio diretto a tutta la Chiesa: «Torniamo a Betlemme»

Anche per quest’anno la Messa di Natale si è tenuta prima della normale liturgia. Come nel 2020, la Messa della Vigilia è stata anticipata alle 19.30. Papa Francesco ha scelto di dedicare le sue parole ai morti sul lavoro: «Dio stanotte viene a colmare di dignità la durezza del lavoro. Ci ricorda quanto è importante dare dignità all’uomo con il lavoro, ma anche ‘dare dignità al lavoro dell’uomo’, perché l’uomo è signore e non schiavo del lavoro. Nel giorno della Vita ripetiamo: basta morti sul lavoro! E impegniamoci per questo». Il Pontifice ha lanciato un appello anche al ritorno alla chiesa alla povertà, una missione che ha promesso di intraprendere da quando è arrivato a Roma nel marzo del 2013: «A Betlemme stanno insieme i poveri e i ricchi, chi adora come i magi e chi lavora come i pastori. Tutto si ricompone quando al centro c’è Gesù: non le nostre idee su Gesù, ma Lui, il Vivente. Allora, cari fratelli e sorelle, ‘torniamo a Betlemme’, torniamo alle origini: all’essenzialità della fede, al primo amore, all’adorazione e alla carità».


Leggi anche: