Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Quirinale, Fico fissa il giorno del voto per il successore di Mattarella: partita la convocazione del Parlamento – Il video

Le votazioni prenderanno il via alle ore 15, con il Parlamento riunito in seduta comune e con la partecipazione dei delegati regionali

Come anticipato da Open, il 24 gennaio alle ore 15 il Parlamento si riunirà per la prima seduta comune, con la partecipazione dei delegati regionali, per l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica. Il Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, sentito il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha confermato la data per l’inizio delle votazioni per eleggere il successore (o la riconferma, seppure non voluta dall’attuale Capo dello Stato) del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. L’avviso di convocazione verrà pubblicato in Gazzetta ufficiale oggi, 4 gennaio. E in attesa del Cdm di domani, 5 gennaio, in cui il governo deciderà sull’estensione del Super Green pass a tutto il mondo del lavoro, e per cui sarà necessario essere vaccinati o guariti dal Covid, si susseguono le incognite su come avverrà il voto per l’elezione del prossimo Capo dello Stato. Sarà infatti necessario scaglionare i 1.008 grandi elettori aventi diritto, onde evitare assembramenti. I grandi elettori verranno suddivisi in blocchi da 200 elettori alla volta (prima i senatori a vita, poi i senatori, poi i deputati e infine i delegati regionali), che voteranno una sola volta al giorno. Saranno esclusi i voti telematici da remoto e non si voterà in sedi disgiunte. A decidere le modalità di voto definitive, incluso il possibile obbligo di Super Green pass per accedere all’Aula, sarà comunque il presidente della Camera, Roberto Fico.


Leggi anche: