Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La reazione di Ugo Fuoco indagato per gli insulti a Sassoli: «Vi prendo a calci nel c**o». Sul virus: «Il Covid non esiste? Ca**ate!» – Il video

Dal letto d’ospedale, il complottista No vax attacca i giornalisti “invitandoli” ad uscire fuori dai suoi social, minacciando atti violenti

Le indagini della Polizia di Stato e della Postale avevano identificato Ugo Fuoco come uno dei responsabili della shitstorm ai danni del defunto Presidente dell’Europarlamento, David Sassoli. Sono suoi i post Facebook e Telegram individuati dalle forze dell’ordine, pubblicati tramite il suo profilo personale e il canale Ugo Fuoco – Stop Dittatura dove risultano iscritti oltre 35 mila utenti (poco prima degli articoli di Open gli iscritti erano oltre 36 mila). A seguito della copertura mediatica relativa alle indagini della Polizia, dal letto d’ospedale, il complottista No vax Ugo Fuoco pubblica un video tramite il suo profilo Facebook dove risponde ai giornalisti (a seguire, il video diffuso dalla Polizia):


Poiché siete delle teste di cazzo di merda [tossisce] e mi riferisco che state scrivendo puttanate all’altezza delle vostre teste di cazzo, volevo comunicarvi… [pausa] di uscire fuori dai coglioni e di non scassare le palle sui miei profili social [tossisce] perché ho [tossisce] veramente i coglioni rotti di mongoloidi incapaci di intendere e di volere, quindi fatemi una cortesia di non scassare le palle, lo ripeto [tossisce] sui miei fottuti profili [respira a fatica] perché [tossisce] perché se ritorno, e dovete augurarvi di no a questo punto, vi prendo a calci nel culo tutti!


Tramite il suo canale Telegram, invece, pubblica un lungo comunicato:

ATTENZIONE !

IN MERITO ALLE BOIATE PUBBLICATE DALLA STAMPA NEI MIEI RIGUARDI, IN PARTICOLARE IL CORRIERE DELLA SERA, VADO PER PUNTI

1) Non ho mai lanciato una sola di quelle che definiscono ‘Shitstorm’ nella mia vita. Trovo sia un metodo becero ed infantile. Provvederò pertanto a querelare qualsiasi attribuzione che in tal senso mi sia stata o mi verrà mossa. Tollero che mi venga attribuito tutto ciò che faccio, me ne assumo la responsabilità, non accetto che vengano ‘inventate’ cazzate distanti dal mio modo di vedere il mondo.

2) Mi sono espresso riguardo la scomparsa di David Sassoli, nulla quaestio. Ho sempre trovato Sassoli un personaggio meschino, un finto democratico con chiare mire autoritarie, divenute palesemente discriminatorie nel periodo storico che stiamo vivendo, allorquando ed in più occasioni, l’ex Presidente del Parlamento Europeo aveva esaltato lo strumento di Apartheid del Green Pass.

3) I quotidiani parlano dei ‘miei genitori’ che non avrebbero appoggiato le mie scelte. Premesso che sono 30 anni che non ho notizie di mio padre (ma magari, chi può saperlo, non è d’accordo per davvero con le mie scelte ed i media sono in possesso di notizie e fonti di cui io non dispongo), per quanto riguarda mia madre, siamo abituati acchè ciascuno goda della sua libertà di espressione. Andiamo d’accordissimo.

4) Il Covid non esiste? Cazzate ! Viviamo un’epoca ‘sinistra’ in cui centri di potere internazionale stanno ponendo in essere un cambio di paradigma della società. Il Covid è una ‘arma batteriologica’, introdotta con mire lapalissiane, quali quelle di instillare il terrore ed imporre una vaccinazione TOTALITARIA dalle proporzioni e dalla pericolosità mai precedentemente verificatasi. Nessun potere che possa disporre di un’arma del genere se ne priverebbe è funzionale nonchè necessaria alla finalizzazione del progetto socio politico.

5) Stanno dando i numeri, per davvero, riguardo la mia età. Fate pure. Non ho nè 40 e neppure 45 anni. Se vi diverte…giocate al lotto !

6) Stanno inventandosi gli ospedali in cui sarei ricoverato. Fate pure. In Italia ce ne sono moltissimi, avete ancora i nomi di tantissime strutture da poter fare.

7) Non mi conoscete. Vi ringrazio. Le vostre stronzate, quest’oggi, mi stanno dando la forza per rimettermi in piedi molto più velocemente di quanto presumibilmente sarei riuscito a fare senza il vostro ‘sudicio’ apporto.

8) Mi rivolgo ai media. Le vostre notizie un tempo erano spazzatura, oggi hanno il sapore di insensate e risibili comiche, sparate lì da stagisti mai pagati e che non hanno alcuna contezza di ciò che raccontano. Siete lo spaccato della società in cui viviamo.

9) Ugo Fuoco non conta un cazzo. La libertà è un valore comune, è dentro ogni donna ed ogni uomo libero. Provare a ridimensionarne la forza scrivendo menzogne su di un giornale non sposta di una virgola i valori di cui la libertà è portatrice. Smettete di essere entità biologiche che si preoccupano di SOPRAVVIVERE ed incominciate a VIVERE PER DAVVERO !

10) Perdonatemi se dovessi essere risultato dozzinale nel mio modo di esprimermi…è che non sono ancora in ‘splendida forma’.

Pace e Bene a tutti gli uomini e le donne di Libertà. Siate consapevoli d’essere il presente ed il futuro del mondo. Dipende tutto da voi.

Vi voglio bene!

Ugo

Nel comunicato afferma, in sostanza, che «il Covid esiste» e che sarebbe «un’arma batteriologica». Di fatto, smentisce se stesso quando affermava che «Il Covid non esiste, neppure in Croazia» e, di conseguenza, il commento su Mariano Amici dove scriveva «il virus non è stato isolato». Insomma, esiste e non esiste, così come senza prove afferma che ci sia un’«arma batteriologica» per poi dire che non è mai stata isolata.

Leggi anche: