Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Austria, salta l’incontro del partito No-vax in un caffè di Vienna: non potevano entrare senza Super Green pass

Il partito austriaco Mfg si è espresso più volte contro l’obbligo vaccinale

Dopo aver organizzato una conferenza in un noto caffè nel centro di Vienna, il partito No-vax Mfg ha dovuto cambiare il luogo dell’appuntamento. Il motivo? Non essendosi sottoposti alla vaccinazione anti-Covid, alcuni dei partecipanti non potevano avere accesso al luogo. I rappresentati della stampa sono stati quindi dirottati nello studio legale del segretario del partito, Michael Brunner, per paura che un «commando di controllo» (la polizia, ndr) per il Super green pass austriaco potesse «disturbare» l’evento. Secondo quanto riportato dal quotidiano Die Presse, gli esponenti del partito austriaco sarebbero convinti che il vaccino possa causare come conseguenza la miocardite, ovvero una infiammazione del tessuto muscolare del cuore. A smentire questa tesi è stato Bernhard Meitzler, presidente della società cardiologica austriaca, che sulla vicenda ha affermato: «La probabilità di miocardite dopo la vaccinazione anti-Covid è molto bassa e il rischio di danni cardiaci dovuti al Coronavirus invece è molto più alto. Inoltre, la miocardite come effetto collaterale della vaccinazione è generalmente molto lieve e non ha rilevanza per il futuro».


Immagine di copertina: Ansa


Leggi anche: