Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No, la Regina Elisabetta non sta ricevendo cure a base di Ivermectina contro la Covid-19

Come un banale refuso viene usato per sostenere la non provata efficacia dell’antiparassitario contro la Covid

Un servizio dell’australiano 9Now, a proposito della positività della regina Elisabetta II al Sars-CoV-2, viene rilanciato sui social con un certo entusiasmo per sostenere l’efficacia dell’ivermectina contro la Covid-19. Nel video è presente un’intervista al dottor Dr Mukesh Haikerwal, durante la quale viene mostrato un farmaco contenente proprio l’antiparassitario: Stromectol. La narrazione suggerita sarebbe quindi che i potenti della Terra conoscerebbero le presunte proprietà antivirali del farmaco, usato anche nell’uomo contro la cecità fluviale, ma che in Occidente è generalmente prescritto ai cavalli.

Per chi ha fretta:

  • Il servizio di 9Now parla chiaramente del farmaco Sotrovimab, che non contiene ivermectina.
  • A causa di un refuso appare l’immagine di un farmaco differente a base di ivermectina, il Stromectol, che non corrisponde al contesto.
  • Gli autori del filmato si sono scusati con il dottor Mukesh Haikerwal, il quale non ha mai sostenuto l’uso di ivermectina per il trattamento della Covid-19.

Analisi

Riportiamo uno dei testi che accompagnano il video nelle condivisioni Facebook:

Elisabetta come la curerebbero??!

Monoclonali? Nooo…

Plasma?? Nooo…

“Nuove cure” dicono: IVERMECTINA!!

Pensa i medici italiani dissidenti che la usano da quasi 2 anni, nonostante il ministro della malattia!!

I due farmaci del servizio

Nel filmato del sito australiano viene citato il Sotrovimab, di cui vengono mostrate anche delle fiale.

Fiale di Sotrovimab mostrate all’inizio del filmato.

A un certo punto però viene mostrata la confezione di un altro farmaco, lo Stromectol che, come evidenzia la confezione, risulta effettivamente a base di ivermectina.

Una confezione di Stromectol, mostrata impropriamente nel mezzo del filmato.

Un errore umano nel montaggio

Per via di un banale refuso chi ha dovuto montare il video ha mostrato a un certo punto un farmaco sbagliato. A spiegarlo in una nota sono gli stessi autori di 9Now nella fine dell’articolo da cui è stato estrapolato il filmato:

Ieri sera il nostro servizio sulla Regina conteneva una foto che non doveva essere inclusa. Lo scatto è stato incluso a causa di un errore umano. […] Non intendevamo sostenere che il dottor Mukesh Hawikerwal approvasse Stromectol. Ci siamo scusati con lui stamattina e lui ha accettato le scuse. Non sosteniamo che la regina stia usando l’ivermectina.

Conclusioni

Il filmato che circola su Facebook riguarda un filmato dove il dottor Haikerwal parla chiaramente del farmaco Sotrovimab a proposito delle cure a cui è sottoposta Elisabetta II. Accidentalmente è stata montata l’immagine di un altro farmaco che contiene ivermectina. In nessun modo si sostiene che la Regina riceverebbe trattamenti solitamente destinati ai cavalli.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: