Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ucraina, ucciso il sindaco di Gostomel: «Gli hanno sparato mentre distribuiva pane e medicine»

«Alziamoci! Vinceremo! Gloria all’Ucraina!», scriveva Prylypko su Facebook cinque giorni fa

Il sindaco di Gostomel è stato ucciso nel corso dell’assedio russo alla città. Yuri Illich Prylypko, questo il nome del primo cittadino, è stato raggiunto dai proiettili mentre «distribuiva il pane agli affamati e medicine ai malati», come spiega la pagina del suo municipio su Facebook. L’insediamento urbano di Gostomel, situato vicino a Kiev e sede strategica per la presenza dell’aeroporto Antonov, era già stato preso di mira nei giorni passati, quando gli spari avevano bloccato l’evacuazione dei civili e i bombardamenti avevano colpito un edificio residenziale. Oltre al sindaco Prylypko, anche altri due volontari di nome Ruslanom Karpenkom e Ivan Zorya sarebbero stati «fucilati dagli invasori», dice il post delle autorità cittadine su Facebook.


«Nessuno l’ha costretto ad andare sotto i proiettili degli occupanti, è morto per il proprio popolo, per Gostomel, è morto un eroe», è la conclusione del lungo messaggio di addio sui social. Gli ultimi post del primo cittadino lo ritraevano mentre raccoglieva e distribuiva medicine e cibo agli abitanti della città. «Alziamoci! Vinceremo! Tutto sarà Ucraina! Gloria all’Ucraina!», scriveva Prylypko su Facebook cinque giorni fa. Gostomel, insieme a Bucha e Irpin, è stata teatro di feroci scontri sin dal primo giorno di guerra. Proprio a Bucha, le truppe russe hanno attaccato un’auto di volontari che trasportavano cibo ai residenti della città e a un canile.


Leggi anche: