Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Draghi al vertice di Versailles da Macron: «L’Italia non è in recessione. A Putin chiederemo ancora il cessate il fuoco in Ucraina» – Il video

Il presidente del Consiglio italiano ha incontrato Emmanuel Macron durante il summit informale europeo sulla guerra in Ucraina

Si apre oggi a Versailles un vertice informale dei capi di Stato e di governo dei 27 paesi dell’Unione europea. Per l’Italia è arrivato il presidente del Consiglio Mario Draghi. «Ho avuto un lungo incontro con Emmanuel Macron», ha detto. «Abbiamo discusso della guerra, dell’Europa e dell’Italia. Roma e Parigi sono perfettamente allineate con l’Ue per le sanzioni e per il sostegno a Kiev. Continueremo a chiedere a Vladimir Putin di cessare i bombardamenti sui civili». Inizialmente il presidente francese, a cui spetta anche la presidenza semestrale del Consiglio dell’Ue, aveva organizzato il summit per definire genericamente un nuovo modello europeo in grado di garantire «la capacità dell’Ue di avere influenza sul mondo di domani». A seguito dell’invasione russa in Ucraina, al centro del dibattito ci sarà la gestione della guerra: i 27 affronteranno la questione spinosa delle candidature all’Ue presentate da Kiev, Georgia e Moldavia, ma anche temi come la difesa e l’energia. Secondo una bozza diffusa ieri, i Paesi, che da tempo discutono sulla possibilità di avere una difesa comune europea, dovrebbero impegnarsi ad «aumentare risolutamente gli investimenti nella difesa e nelle tecnologie innovanti». Sulla situazione italiana, Draghi ha detto: «La nostra economia non è in recessione, continua a crescere. Ciò che dobbiamo fare e affrontare subito queste strozzature, queste mancanze di materie prime». C’è stato, ha ammesso, un «rallentamento della crescita», per cui il governo deve «sostenere il potere d’acquisto delle famiglie con la stessa convinzione e rapidità con cui abbiamo sostenuto la risposta alla Russia».


Leggi anche: