Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Guerra e videogiochi: nasce “Contadini che rubano carri armati”, il primo titolo contro l’invasione russa

Il gioco è gratuito e dura una manciata di secondi. Al momento è ottimizzato solo per pc

Un contadino, un trattore e attorno carri armati nemici da rubare e portare nel capanno. Sul Reddit l’utente ThrustVector9 ha pubblicato Farmers stealing tanks, il primo videogioco direttamente ispirato alla guerra in Ucraina. Non è una speculazione. Il titolo è gratuito, si completa in una manciata di minuti e l’home page rilancia a una pagina di donazioni alla Orphan’s Aid Society, un’associazione che si occupa di raccogliere aiuti per gli orfani che ha fatto e sta facendo questo conflitto. La grafica del protagonista di Farmers stealing tanks si ispira agli avatar di Minecraft e il gameplay è molto semplice. Per rubare un tank russo con il proprio trattore basta agganciarlo con il rimorchio. I tank nemici possono distruggere il trattore con i colpi di cannone, cancellando una delle tre vite a disposizione del giocatore. Ogni tanto nella mappa di gioco si possono trovare delle bottiglie di Nemiroff, nota marca ucraina di alcolici che permetterà di aumentare la velocità per dieci secondi. Ogni partita finisce con la scritta Slava Ukraini!, cioè Gloria all’Ucraina. Unico difetto: per adesso il gioco è ottimizzato bene solo da pc.


Nelle ultime settimane tutti i social network si sono riconvertiti in palinsesti sulla guerra. Fra i meno citati c’è Reddit, piattaforma poco diffusa in Italia rispetto a giganti come Instagram o TikTok. Su questo social è possibile aprire dei picccoli forum dedicati interamente a un argomento. Quello principale per condividere informazioni sull’Ucraina si chiama semplicemente Ukraine e conta 578 mila iscritti. In questi giorni è nato però un piccolo forum intitolato proprio Farmers Stealing Tanks che si occupa di raccogliere tutto il materiale sul furto di carri armati russi da parte di contadini ucraini. Il fenomeno è stato documentato già nei primi giorni della guerra da un video in cui un contadino ruba un carro armato russo con tanto di soldato che lo insegue correndo. Il governo di Kiev ha incentivato l’appropriazione dei mezzi usati dai russi per l’invasione: chiunque ne rubi uno non sarà obbligato a dichiararlo al fisco.


Leggi anche: