Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Lo strano caso dell’impostore che ha telefonato al ministro britannico: «Diceva di essere il premier ucraino: è uno sporco trucco dei russi»

Il ministro non ha dubbi che dietro il tentativo di estorcergli informazioni con l’inganno ci sia una regia del Cremlino

Un’indagine urgente potrebbe svelare come sia stato possibile che il ministro della Difesa britannico, Ben Wallace, abbia potuto ricevere la telefonata di un uomo che si è spacciato per il premier ucraino, Denys Smihal. A denunciare la vicenda è lo stesso ministro, che su Twitter ha spiegato di aver risposto al suo numero diretto, non proprio un contatto semplice da ottenere. Un dettaglio che fa sospettare una mano russa dietro quello che il ministro ha definito: «sporco trucco» usato dalla Russia. Wallace ha raccontato che l’uomo dall’altra parte del telefono gli ha fatto: «diverse domande fuorvianti e dopo essere diventato sospettoso ha interrotto la chiamata». È stato secondo Wallace: «un tentativo disperato. Non ci sono abbastanza disinformazione, distorsione e trucchi sporchi dei russi che possano distrarre dalle violazioni dei diritti umani da parte della Russia e dall’invasione illegale dell’Ucraina».


Leggi anche: