Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Attacco russo nel Lugansk con acido nitrico, l’allarme dei militari ucraini: «Non uscite dai rifugi» – Le foto

Dal Donbass le autorità militari ucraine denunciano l’uso di armi chimiche da parte dell’esercito russo

L’esercito russo ha usato acido nitrico in un attacco in cui è stato colpito un carro armato a Ribizhne, nella regione di Lugansk nel Donbass. Lo ha denunciato su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale di Luganks, Serhiy Gaidai, che ha lanciato un appello alla popolazione perché non lasci i rifugi e chiuda ogni porta e finestra se ancora in casa. Gaidai ha ribadito l’enorme pericolosità dei fumi acidi sprigionati nell’aria che, se inalati, possono irritare le vie respiratorie e dare sintomi di avvelenamento: «Quando applicato localmente agli occhi, l’acido nitrico provoca gravi danni con ampia necrosi della cornea e della congiuntiva, che porta alla perdita della vista», ha aggiunto il militare ucraino che ha esortato a usare mascherine e vestiti bagnati per proteggere naso e bocca.


Leggi anche: