Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il sottosegretario Costa: «In alcuni luoghi resteranno le mascherine al chiuso, ad esempio sui mezzi pubblici»

In molti luoghi chiusi si potrà probabilmente fare a meno delle mascherine, ma non sui mezzi pubblici

«Credo che siano le condizioni per trasformare l’obbligo di mascherine al chiuso in una raccomandazione» ha dichiarato oggi il Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute Andrea Costa a Rainews24, spiegando anche che il ministero sta considerando di far decadere l’obbligo in alcuni luoghi chiusi. Costa si è detto compiaciuto del comportamento degli italiani: «Anche se togliessimo l’obbligo, sono convinto che molti cittadini continueranno a indossare le mascherine se lo ritengono opportuno», ma ha puntualizzato che il governo «sta valutando i luoghi in cui sarebbe opportuno prolungare l’uso delle mascherine al chiuso come i mezzi di trasporto». Questo potenziale ulteriore allentamento delle restrizioni verrebbe reso possibile dalla nuova fase del Covid, che si configura sempre di più come un’endemia piuttosto che una pandemia. L’ipotesi sarebbe confermata dal fatto che all’attuale aumento dei contagi non corrisponde un aumento delle ospedalizzazioni. Costa ha ribadito ancora una volta che buona parte di questo risultato «è possibile grazie alla parte del Paese che si è responsabilmente vaccinata» e ha nuovamente invitato «i quattro milioni di italiani non ancora vaccinati di effettuare il ciclo vaccinale». Menzionata infine la nuova variante Xe, che andrà tenuta d’occhio: «Valuteremo gli scenari e eventuali nuove varianti, ma oggi grazie alla responsabilità dei cittadini siamo di fronte al 92% di italiani vaccinati e questo ci fa affrontare con serenità maggiore i prossimi mesi», ha concluso Costa.


Leggi anche: