Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Von der Leyen a Kiev da Zelensky. Poi a Bucha lo sgomento davanti ai cadaveri: «Qui abbiamo visto l’umanità andare in frantumi» – Le foto e video

La presidente della Commissione Ue ha visto con i suoi occhi quel che resta di Bucha e i segni che ancora marchiano la città dei massacri avvenuti durante l’occupazione russa

Dopo il faccia a faccia a Kiev con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen si è mossa verso Bucha, la città vicino alla capitale ucraina dove l’esercito russo in ritirata ha massacrato decine di civili. Una volta arrivata, von der Leyen ha dichiarato: «Qui è successo l’impensabile. Abbiamo visto il volto crudele dell’esercito di Vladimir Putin, la sconsideratezza e la spietatezza di chi ha occupato la città. Qui a Bucha abbiamo visto l’umanità andare in frantumi. Tutto il mondo è con Bucha oggi». Insieme a lei in viaggio c’è anche l’Alto Rappresentante per la Politica Estera Josep Borrell. Von der Leyen ha commentato su Twitter la sua visita: «È stato importante iniziare la visita da Bucha perché a Bucha la nostra umanità è stata distrutta. Il mio messaggio al popolo ucraino è questo: i responsabili di queste atrocità dovranno risponderne alla giustizia, la vostra battaglia è la nostra battaglia. Oggi sono a Kiev per dirvi che l’Europa è al vostro fianco».


Leggi anche: