Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Clamoroso: Elon Musk compra Twitter (tutto). Offerta irrinunciabile: 54 dollari ad azione

Il miliardario ha offerto 10 miliardi di dollari in più della valutazione di mercato per il social network

Elon Musk vuole comprare il 100 per cento di Twitter per ritirare la compagnia dal listino di Borsa. Il patron di Tesla, aveva già acquistato il 9 per cento del social network lo scorso 5 aprile. La prima mossa dopo aver comprato questo pacchetto di azioni era stata quella di proporre l’introduzione di un tasto “modifica” nei Tweet. A differenza di Instagram e Facebook infatti su Twitter una volta pubblicato il contenuto non è più possibile cambiare il testo. Ora il rilancio. L’uomo più ricco del mondo, Forbes stima il suo patrimonio in 273,6 miliardi di dollari, ha spiegato che credo davvero nel potenziale offerto dalla piattaforma: «La società ha un potezionale straordinario». Questo commento è contenuto in una nota inviata da Musk alla Securities and Exchange Commission (Sec), l’organo statunitense che si occupa di monitorare l’andamento dei mercati finanziari. L’offerta di Musk è di 54,20 dollari ad azione, per un totale di 43 miliardi di dollari per l’intero pacchetto. Il 13 aprile il costo di ogni azioni di Twitter era arrivato a 45,85 dollari per azione. Musk è disposto a pagare un premio del 38 per cento rispetto al 1° aprile, l’ultimo giorno di negoziazione prima che l’uomo più ricco del mondo cominciasse a interessarsi all’acquisto della società.


Fino a questo momento la strategia di Musk non è stata chiara. L’imprenditore ha sempre utilizzato questa piattaforma per esprimere a ruota libera i suoi pensieri. Giusto per capire il tenore dei suoi commenti basta tornare al 7 aprile, quando ha pubblicato una foto di lui mentre fumava erba con la didascalia: «Ecco come sarà la riunione del prossimo cda di Twitter». Spesso da qui erano partite anche campagne per promuovere titoli o criptvalute. Musk aveva rilanciato più volte Dogecoin, una criptomeme di antica memoria, e aveva anche spinto la campagna per mantenere alto il valore in Borsa di Gamestop. Musk ha annunciato anche che nel caso non verrà accettata l’offerta, potrebbe rivedere la sua posizione di socio nella compagnia. Twitter ha già risposto, spiegando che prenderà in considerazione l’offerta: «Risponderemo nel miglior interesse di tutti gli stockholder». Dopo l’annuncio di Musk le quotazioni del social sono schizzate a + 6,78 per cento.


La lettera inviata alla Sec

Musk ha pubblicato sul suo profilo Twitter una lettera inviata all Sec in cui annuncia l’offerta, definita come una «proposta non vincolante» specificando che «non vi può essere alcuna garanzia che un accordo definitivo verrà raggiunto o se l’operazione sarà realizzata». Nella lettera si chiarisce anche che l’imprenditore vuole tenersi le mani libere per i prossimi giorni: «Non vi è inoltre certezza se, o quando, Twitter potrà rispondere alla lettera, né quanto alla tempistica per l’esecuzione di un eventuale accordo definitivo». Nella lettera Musk spiega anche che tutto dovrà essere approvato dagli organi che si occupano della sorveglianza finanziaria: «L’offerta sarà comunque subordinata al ricevimento di eventuali approvazioni governative richieste; a una due diligence legale, commerciale, regolamentare, contabile e fiscale confermativa e alla negoziazione e l’esecuzione di accordi definitivi e al completamento del finanziamento previsto».

Leggi anche: