Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! I russi non hanno catturato il generale americano Roger Cloutier a Mariupol

Nessun ufficiale Nato è stato trovato in Ucraina dall’esercito russo

Facebook è disseminato di diversi post (per esempio qui e qui) dove si sostiene che l’esercito russo abbia catturato il generale americano Roger Cloutier, nel complesso metallurgico di Azovstal, a Mariupol. Tale fatto confermerebbe la teoria di complotto in base alla quale esisterebbe una rete di laboratori per la guerra biologica, controllati dalla Nato, in Ucraina. Avevamo trattato l’argomento qui, riscontrandone la totale infondatezza. Grazie al lavoro dei colleghi di PolitiFact siamo in grado di fare chiarezza anche su questa vera e propria fake news. Lo stesso Cloutier ha recentemente postato su LinkedIn le immagini di un suo intervento durante una conferenza tenutasi in Turchia.

Per chi ha fretta:

  • No, nessun ufficiale Nato è stato catturato a Mariupol.
  • La fonte della cattura di Cloutier non vengono nemmeno dal Governo russo, bensi da un post pubblicato da un account troll di Twitter.
  • Esistono immagini inequivocabili che mostrano il comandante Nato presenziare a un evento a Smirne in Turchia, dove per altro esercita le sue funzioni.

Analisi

Fantomatiche fonti russe – stando ai post che circolano su Facebook -, riferirebbero dell’arresto di Cloutier il 4 aprile a Mariupol, presso il complesso metallurgico di Azovstal. Ma questa fake news avrebbe origine su Twitter, attraverso l’account non ufficiale Formosa Club Russia Office. «Il tweet non solo ha sbagliato il grado e il titolo militare di Cloutier – spiegano i colleghi di PolitiFact –, ma ha anche scatenato una raffica di post sui social media che affermano falsamente che Cloutier sia stato catturato. Un post su Facebook in lingua tailandese che diffondeva lo stesso messaggio ha ricevuto più di 4.000 like nel giro di poche ore».

Il tweet del 3 aprile.

Insomma, più che una fake news di propaganda sembrerebbe uno scherzo di cattivo gusto. Ma l’importante è fare confusione sobillando gli utenti vicini alle narrazioni cospirative e filo-russe. Tant’è vero che la bufala è stata rilanciata nei siti e forum vicini a Trump e al movimento QAnon.

Ma come accennavamo Cloutier non poteva trovarsi lì. «Queste voci sono completamente false – ha spiegato a PolitiFact il Brian Andries, portavoce Nato -, il nostro comandante è attualmente alla guida del comando terrestre alleato della NATO a Smirne, in Turchia, e non è stato in Ucraina dai colloqui del personale terrestre che abbiamo condotto nel luglio del 2021. Mentre le nazioni della NATO stanno inviando aiuti finanziari e militari in Ucraina, nessun soldato o leader della NATO sono schierati nel Paese».

Il 5 aprile sono state postate su Facebook e Twitter immagini inequivocabili di Cloutier in Turchia durante il 46° Land Operations Working Group.

Il post Facebook con le foto dell’evento in Turchia.

Il video

Circola un video dove si ritiene che sia ripreso il momento dell’arresto.

Il video risale al 7 aprile 2022 e non è stato registrato a Mariupol, ma in Crimea. L’uomo ripreso in manette è un battaglione tartaro, come riportato da RIA.

Conclusioni

La notizia della cattura del generale Nato Cloutier è una burla creata dall’account Twitter Formosa Club Russia Office il 4 aprile, mentre già il giorno dopo è possibile trovare immagini dove vediamo l’ufficiale americano intervenire durante una conferenza in Turchia, dove si trova come comandante della Patto atlantico.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Leggi anche: