Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il governo verso la proroga dell’obbligo di mascherine in uffici, Rsa, treni e aerei: «Lo stop in estate»

La linea della prudenza viene confermata anche dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri: «La prossima settimana arriverà una decisione definitiva»

La data di scadenza del 30 aprile per l’addio alle mascherine potrebbe essere prorogata. Secondo quanto riferito dal sottosegretario Pierpaolo Sileri il governo Draghi va verso la decisione di mantenere l’obbligo di indossare il dispositivo anti Covid ancora per un po’. «Rimanderemo di qualche settimana», ha riferito il sottosegretario ad Ansa, sperando «nell’assenza di cambiamenti della situazione epidemiologica legata a Covid-19». La proroga riguarderebbe «mezzi di trasporto quali aerei e treni, ma anche ospedali, Rsa, uffici a particolare rischio assembramento». Secondo quanto fa sapere il sottosegretario la decisione dovrebbe arrivare entro la prossima settimana. Sulla stagione estiva però Sileri sembra mantenere l’ottimismo: «Proroga a parte, prevedo comunque un’estate senza l’utilizzo delle mascherine». Nelle ultime settimane il mantenimento delle mascherine anche al chiuso è stato uno dei dibattiti più aperti sul tema pandemia. Se una parte di comunità scientifica esorta all’addio definitivo di mascherine e restrizioni, un’altra invita alla prudenza trovando, secondo quanto confermato anche dal sottosegretario Sileri, il favore della linea di governo.


In quali altri luoghi rimarrà l’obbligo?

  • Mezzi di trasporto. Oltre che sugli aerei, sarà molto probabile che il governo decida per obbligare al dispositivo anti Covid anche sui treni.
  • Scuola. In attesa di provvedimenti ufficiali, fonti governative suggeriscono una proroga dell’obbligo anche per gli istituti scolastici. Se non fosse così, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi insieme al ministero della Salute dovrebbe firmare un nuovo provvedimento che liberi gli alunni dai dispositivi anti Covid. Alla fine della scuola non manca ormai molto e l’intenzione dei ministri sembra essere quella di mantenere la disposizione fino a giugno.
  • Cinema, teatri e spettacoli al chiuso. La linea della prudenza riguarderebbe anche i principali luoghi di svago culturale. Per chi vorrà andare al cinema o a teatro, la data del 30 aprile non porrà fine all’obbligo di mascherina.

Chi potrà togliere la mascherina?

Includendo nella lista i luoghi elencati dal sottosegretario oltre a quelli citati nelle ultime settimane da fonti governative e ministri, gli unici spazi dal 1° maggio che potranno anche al chiuso essere frequentati senza mascherina sono i negozi, i bar e i ristoranti.


Leggi anche: