Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’anticipazione di Andrea Costa sulle mascherine al lavoro: «Saranno soltanto raccomandate»

Il sottosegretario a Mattino 5: «Dpi ancora obbligatorie nei trasporti, altrove basterà la raccomandazione»

Mentre il governo Draghi lavora alle nuove norme per l’emergenza Coronavirus con la scadenza del primo maggio, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa anticipa che nei luoghi di lavoro le mascherine saranno soltanto raccomandate. «È tempo di dare fiducia agli italiani, ci sono le condizioni per tornare alla normalità. Si passerà alla raccomandazione per l’uso delle mascherine al lavoro, senza distinzione tra pubblico e privato», dice Costa a Mattino Cinque. Si tratta di un’anticipazione? «Credo di sì – risponde – le condizioni ci sono». Ieri è emerso che saranno un emendamento al decreto legge del 24 marzo scorso che ha sancito la fine dello stato di emergenza ed una ordinanza ponte del ministro della Salute Speranza a stabilire le nuove regole per l’uso delle mascherine al chiuso. Si va nella direzione di prorogare di un mese l’obbligo della mascherina in determinate situazioni come per i trasporti, mentre altrove basterà una raccomandazione. Quanto al Green pass, negli ospedali si continuerà a mantenere l’obbligo di vaccinazione fino a fine anno e, per coloro che non lo rispettano, non ci sarà la possibilità di essere reintegrati sul posto di lavoro.


Leggi anche: