Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La minaccia di Zelensky sul gas: «Ecco cosa fare per fermare i soldi a Mosca per la guerra» – Il video

Nelle prossime ore il primo stop ai flussi verso l’Unione Europea

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky torna a chiedere sanzioni sul gas nei confronti della Russia. Nel videomessaggio pubblicato in nottata sulla sua pagina Facebook Zelensky ha detto di aver intensificato i contatti con i rappresentanti dei paesi stranieri per accelerare sulle sanzioni a Putin, in particolare su quelle che riguardano l’energia. Poi ha fatto sapere che un gruppo di esperti presieduto da Michael McFaul dello Spogli Institute e Andriy Yermak ha proposto una tabella di marcia per l’embargo sull’energia: «Si tratta di un documento dettagliato che descrive ciò che si deve fare per rendere difficile a Mosca il finanziamento della guerra. E allo stesso tempo fa in modo che l’economia globale non subisca perdite dovute alle restrizioni sulle risorse energetiche russe»


L’annuncio di Zelensky si sostanzia mentre nelle prossime ore arriverà un primo stop ai flussi di gas verso l’Ue ma a deciderlo non è stato Gazprom bensì l’invasione stessa della Russia in Ucraina. Il gestore del sistema di trasporto del gas di Kiev (Grid) ha infatti annunciato che, a causa dell’occupazione delle forze russe, il transito attraverso il punto di ingresso di Sokhranivka si fermerà. Infine Zelensky ha ricordato il presidente Leonid Kravchuk, che «da bambino sopravvisse alla Seconda guerra mondiale e all’occupazione, conosceva il costo della libertà. Con tutto il suo cuore voleva la pace per l’Ucraina, e sono sicuro che noi la realizzeremo. Raggiungeremo la nostra vittoria e la nostra pace». Kravchuk è morto oggi all’età di 88 anni. «Qualsiasi cosa sia successa» dopo la sua presidenza, «Kravchuk è sempre rimasto con l’Ucraina», ha concluso Zelensky.


Leggi anche: