Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Giarrusso lascia il M5s, Conte: «Si dimetta da eurodeputato». Ma lui frena: «Gli elettori vogliono che resti»

L’intenzione dell’europarlamentare è di fondare un nuovo partito con altri fuoriusciti dal M5s. «Era una fiera dell’ipocrisia, non ne potevo più», ha detto

L’eurodeputato Dino Giarrusso ha annunciato che lascerà il M5s. «Già so la delusione di tantissime persone che mi scrivono e mi chiedono di non mollare e so che farò la gioia di tanti che nel movimento mi hanno sempre combattuto», ha detto questa mattina, 25 maggio, a Coffebreak su La7. L’ex Iena ha aggiunto: «Sto fondando un nuovo movimento politico che faccia in modo che sud e nord siano alla pari. Di Battista? No, non l’ho sentito, ne ho parlato invece con persone fuoriuscite e scontente del movimento M5s». Sentito al telefono da Repubblica, Giarrusso ha precisato: «Scriverò un libro  sulle bugie e intimidazioni ricevute. Sono disgustato, è una fiera dell’ipocrisia, non ne potevo più». Poi ha criticato l’evoluzione del M5s: «La base del Movimento è sparita. I valori sono stati traditi, c’è un piccolo gruppo che sceglie per tutti e isola i non allineati. È la caricatura del vecchio partito». Inoltre, ha proseguito, «le regole vengono quotidianamente calpestate. Non avevo avvertito nessuno del mio addio, non ci ho dormito stanotte, sono stato indeciso fino all’ultimo».


Le richieste di dimissioni

A commentare la scelta di Giarrusso è arrivato lo stesso Giuseppe Conte, presidente del M5s, che ha parlato a margine di un evento a Roma. «Io dico che Giarrusso ha l’occasione di essere coerente – ha dichiarato -. Chi lascia il movimento deve lasciare anche l’incarico che ha ottenuto con il Movimento. Lui è europarlamentare, una posizione strategica per il M5s. Sia conseguente, lasci anche quell’incarico». Giarrusso ha però respinto le richieste di dimissioni, arrivate già dai Cinque stelle di Bruxelles. «Molti dei 120mila che mi hanno votato mi hanno già scritto per chiedermi di restare all’europarlamento», ha detto a Un giorno da pecora. Fonti della delegazione del M5s al Parlamento Ue avevano commentato la sua uscita dal Movimento dicendo: «Apprendiamo con grande stupore dagli organi di stampa che Dino Giarrusso abbia lasciato il M5s e che si appresti a fondare un ennesimo partito. Lo invitiamo a essere coerente con le idee che ha sempre, e in più occasioni, manifestato: si dimetta da europarlamentare visto che è stato eletto con il simbolo del M5s e si ripresenti alle prossime elezioni con il partito che meglio lo rappresenta».


Immagine di copertina: ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Leggi anche: