Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Anche in Utah bloccato il divieto di aborto. E la California vota per tutelare l’interruzione volontaria di gravidanza

La decisione dopo quella della Lousiana. L’emendamento deve essere approvato dagli elettori

Anche nello Utah il divieto quasi totale di aborto è stato bloccato temporaneamente da un tribunale dello stato. Lo stop durerà 14 giorni. Poche ore prima una corte della Louisiana aveva ugualmente sospeso la messa al bando delle interruzioni di gravidanza. Intanto i parlamentari della California hanno approvato un emendamento per l’aborto. L’emendamento sarà sottoposto al giudizio dei cittadini in concomitanza con la tornata elettorale di novembre per il rinnovo del Congresso. Il testo, ha spiegato Toni Atkins, presidente pro tempore del Senato, stabilisce «in modo innegabilmente chiaro che in California l’aborto e la contraccezione sono una questione privata tra il paziente e il medico», e protegge donne e medici da eventuali denunce.


La California risponde così alla decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti che venerdì ha revocato il diritto all’interruzione di gravidanza, rovesciando la storica sentenza Roe v. Wade del 1973. L’emendamento in California è stato approvato con una super maggioranza di due terzi dell’Assemblea, dominata dai democratici. Il risultato è stato 58 sì e 16 voti contrari. Se sarà approvato al voto l’emendamento confermerà il diritto all’aborto già tutelato dalle attuali leggi statali. La Costituzione della California, così come quella di altri stati, include un diritto alla privacy che i tribunali hanno finora interpretato come una tutela all’aborto.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: