Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Rischia di saltare l’acquisto di Twitter, l’affare verso uno scontro legale. L’indiscrezione su Musk: «Pronto a una decisione drastica»

Il miliardario avrebbe interrotto ogni discussione con i vertici del social, dopo aver appurato quanto sia impossibile calcolare gli account fake sulla piattaforma

L’affare Twitter per Elon Musk rischia di trasformarsi un piccolo salasso, almeno in proporzione al patrimonio di circa 219 miliardi di dollari dell’uomo più ricco del mondo. Secondo il Washington Post, l’offerta da 44 miliardi lanciata per acquistare il social network potrebbe saltare, dopo che Musk e il suo staff ha potuto concludere che non è possibile verificare l’ammontare degli account spam presenti su Twitter. Il quotidiano americano cita tre fonti, secondo cui il miliardario avrebbe interrotto ogni trattativa avviata con i vertici del social, da tempo sollecitati a fornire le cifre degli account fake ancora attivi sulla piattaforma. Una delle fonti garantisce che Musk sarebbe pronto a prendere una decisione drastica, che potrebbe costargli molto caro in caso di un ripensamento nell’affare.


Le conseguenze dello strappo

Musk si potrebbe ritrovare a sborsare almeno un miliardo di dollari, come previsto dalle condizioni stabilite nell’operazione di vendita di Twitter. Ma secondo gli esperti legali contatti dal Washington Post, il board del social avrebbe tutti gli strumenti per costringere il patron di Tesla a chiudere comunque l’operazione d’acquisto. Un cavillo infatti non permetterebbe a Musk di tirarsi indietro, nel caso in cui le motivazioni del dietrofront non fossero basate sull’attività fondamentale del social. Inoltre, in occasione dell’offerta dello scorso aprile, Musk non aveva voluto procedere a un esame approfondito della situazione finanziaria di Twitter. Un ulteriore argomento a favore dei legali del social, nel caso in cui, come ventilato dal Washington Post, l’affare dovesse degenerare in uno scontro in tribunale.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: