Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, il monitoraggio Gimbe: rallentano i contagi, ma i decessi aumentano del 49%

«L’aumento dei nuovi casi registra il valore più basso da quando a metà giugno si è avuta l’inversione della curva», ha detto Nino Cartabellotta

Dopo settimane segnate dall’aumento dei contagi da Coronavirus, si registra un rallentamento: da un aumento del 55 per cento della settimana scorsa al 22 per cento di questa. Le infezioni arrivano a quota 728 mila. Rispetto alla settimana precedente c’è stata una diminuzione in 8 province italiane, mentre le restanti 99 registrano un aumento percentuale. A riferirlo è l’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe che segnala un incremento percentuale in tutte le regioni, ad eccezione della Lombardia con una riduzione pari al 6,2 per cento. «L’aumento dei nuovi casi registra il valore più basso da quando a metà giugno si è avuta l’inversione della curva», ha detto il presidente Nino Cartabellotta avvertendo però che avremo un aumento esponenziale di ricoveri e decessi. Questi ultimi hanno registrato un aumento del +49 per cento negli ultimi 7 giorni.


Tamponi e incidenza dei casi

Sul fronte dei tamponi, c’è stato un aumento del 17 per cento: da 2.152.065 della settimana 29 giugno-5 luglio a 2.517.540 nei giorni dal 6 al 12 luglio. Un aumento che è però inferiore rispetto al 33 per cento della settimana precedente. L’incidenza supera i 500 casi per 100mila abitanti in tutte le province del Paese. In 62 si arriva anche a 1.000 casi per 100 mila abitanti.


GIMBE \ Numero dei tamponi settimanali, 14 luglio 2022

I dati sui ricoveri

Per quanto riguarda i ricoveri, sono aumentati del 21,5 per cento quelli in area medica. Nei reparti di rianimazione crescono del 16,1 per cento: 375 rispetto a 323. L’aumento è meno marcato rispetto alla settimana scorsa, ma se si considerano anche i dati delle settimane precedenti, nell’ultimo mese le terapie intensive risultano raddoppiate. Si è passati dalle 183 del 12 giugno alle 375 del 12 luglio. «L’incremento dei casi Covid delle ultime settimane – ha spiegato Marco Mosti, Direttore Operativo di Gimbe – si riflette sugli ingressi in terapia intensiva, che registrano una media di 47 ingressi al giorno rispetto ai 40 della settimana precedente».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: