Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Napoli, ora servono gli acquisti: tre colpi entro due settimane

Il ds Giuntoli è al lavoro per portare a Castel Volturno i rinforzi attesi da Spalletti

Il contrattacco è partito. Perché il Napoli ha capito che, per consegnare a Spalletti una rosa in grado di lottare almeno per il quarto posto e provare a lenire il malcontento e la delusione che sta infiammando l’animo dei tifosi, è necessario riattivarsi sul calciomercato. E anche in fretta visto che – tra circa 20 giorni – gli azzurri scenderanno in campo per la prima di campionato. Gli arrivi di Ostigard, Kvaratskhelia e Olivera, oltre alla conferma di Anguissa, non bastano a compensare gli addii di Insigne, Mertens (per ora), Ospina e Koulibaly e il rimpianto per essersi fatti sfuggire Dybala. Per questo il ds Giuntoli è al lavoro per chiudere il prima possibile alcune operazioni che sembrano ad un passo dalla fumata bianca, ma ad oggi, non possono essere considerate concluse. Ecco quali:


Giovanni Simeone

ANSA | Giovanni Simeone esulta dopo un gol realizzato con la maglia dell’Hellas Verona

La chiave per l’arrivo del Cholito è la cessione di Petagna al Monza. Una volta ceduto l’ex centravanti della Spal infatti, la strada che porta all’argentino sarà spianata. Simeone si è deciso ad accettare la corte del Napoli, ammaliato all’idea di giocare nello stadio che ha consacrato Diego Armando Maradona (e che adesso porta anche il suo nome). Gli azzurri hanno messo sul piatto 15 milioni mentre il Verona, per lasciar partire l’attaccante, ne chiede 18. In più De Laurentiis vorrebbe chiudere l’affare con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Un compromesso verrà trovato a metà strada ma, ormai, Simeone è diretto verso Napoli.


Ola Solbakken

ANSA | Ola Solbakken in azione con la maglia del Bodo Glimt

L’attaccante del Bodo Glimt è stato lungamente accostato alla Roma ma, nelle ultime settimane, il Napoli ha sorpassato i giallorossi. Solbakken è già stato due volte in Italia dall’inizio di luglio e, l’ultima volta, è stato avvistato in una nota clinica romana insieme al medico sociale del club di De Laurentiis. Il norvegese infatti è reduce da un piccolo infortunio alla spalla che potrebbe richiedere un intervento chirurgico, che non rappresenta un intoppo per chiudere l’operazione. Solbakken si svincolerà dal Bodo Glimt a fine dicembre ma il Napoli vorrebbe chiudere subito l’operazione. I prossimi giorni saranno decisivi per decifrare il futuro dell’attaccante.

Kim Min-jae

EPA/SEDAT SUNA | Kim Min-jae con la maglia del Fenerbahce, Istanbul, Turchia, 19 dicembre 2021

Per l’arrivo del difensore sudocreano ormai manca soltanto l’ufficialità. Il Napoli pagherà al Fenerbache i 20 milioni previsti dalla clausola rescissoria mentre, nelle ultime ore, è stato raggiunto anche l’accordo con il giocatore. Il centrale firmerà un quinquennale con un ingaggio iniziale da 2,5 milioni netti, che aumenterà nel corso del suo percorso in azzurro. Sul contratto che legherà Kim al Napoli dovrebbe essere inserita anche una clausola rescissoria superiore ai 40 milioni di euro.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: