Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO New YorkRapineUSAVideo

New York, vescovo rapinato durante la messa: refurtiva per un milione di dollari – Il video

Lamor Whitehead stava pronunciando l’omelia quando tre uomini armati hanno fatto irruzione nella chiesa e derubato lui e la moglie di tutti i gioielli che indossavano

Una normale messa domenicale si è trasformata in tragedia per la chiesa dei Leaders of Tomorrow International Ministries, a Brooklyn (New York). Domenica 24 luglio, il vescovo Lamor Whitehead stava pronunciando l’omelia quando, intorno alle 11 del mattino, tre uomini armati hanno fatto irruzione nella chiesa e, pistola alla testa, hanno rapinato il pastore e la moglie di tutti i gioielli che indossavano, per un valore stimato tra i 500 mila e un milione di dollari. Dopo avere racimolato la refurtiva, i ladri sono fuggiti a bordo di una Mercedes bianca: ora la polizia di New York è sulle loro tracce.  


Poiché la messa stava venendo trasmessa in diretta streaming, il momento della rapina è stato catturato dalla telecamera e diffuso sul web, diventando subito virale. Nel video si vedono i rapinatori, con tutta probabilità ignari di essere ripresi, aggirarsi per la chiesa e costringere il vescovo a stendersi a terra, per poi spogliarlo di tutti i suoi averi: l’orologio, diverse collane, la fede nuziale e la croce vescovile. Stessa sorte per la moglie, che stava assistendo all’omelia.


Il racconto su Instagram

Lo stesso Whitehead, 44 anni, ha denunciato l’accaduto su Instagram con una lunga diretta. «Quando li ho visti entrare nel santuario con le pistole ho detto a tutti di uscire e basta. Non sapevo se volessero sparare in chiesa o se fossero venuti solo per una rapina», ha spiegato il vescovo, ringraziando il cielo per il fatto che nessuno fosse rimasto ferito e per aver risparmiato la sua comunità da una sparatoria di massa. Nel suo post, Whitehead ha parlato della rapina come di un chiaro esempio «di come si muove il diavolo» e, riferendosi direttamente ai ladri, ha chiesto loro di costituirsi. «Avete fatto questo alla chiesa, la chiesa dove sono sicuro le vostre nonne pregano Dio e Gesù. Non c’era motivo di irrompere in una chiesa e violarla in questo modo», ha detto il vescovo.

Poi, con una punta di amarezza, ha notato come lui e sua moglie fossero stati derubati di tutti i loro gioielli, attirando diverse critiche per il suo essere «appariscente». «Compro ciò che voglio. È un mio diritto comprare ciò che voglio, se ho lavorato duramente per ottenerlo», ha ribattuto Whitehead. In un’altra diretta su Facebook, ha promesso di tornare sul pulpito già la prossima domenica e ha offerto una ricompensa di 50mila dollari a chiunque avesse informazioni per portare all’arresto dei rapinatori.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: