Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Catania, disturbava le frequenze dei telecomandi delle auto con un Jammer per poi svuotarle: denunciato ladro seriale – Il video

L’ultimo colpo a pochi passi dal Comando provinciale dei carabinieri. Individuato con le telecamere dei negozi

Aveva parcheggiato la sua Dacia Duster lungo via XX settembre, a pochi passi dal Comando provinciale dei carabinieri di Catania. Convinto di averla chiusa come al solito con il telecomando, il 62enne si è allontanato con la moglie. Poco dopo, però, un catanese di 48 anni si è avvicinato a quell’auto e l’ha aperta senza problemi portando via uno zainetto con all’interno un pc, degli assegni e 140 euro in contanti. Tornato alla macchina, il 62enne si è accorto del furto nonostante non ci fossero segni di scasso e ha subito sporto denuncia. Grazie a delle telecamere di videosorveglianza di alcuni negozi di quella zona, si è scoperto come il 48enne aveva usato un jammer: un disturbatore di frequenze capace di annullare il comando del telecomando dell’auto. In questo modo, la vittima è convinta di aver chiuso gli sportelli, anche se in realtà rimangono aperti. Per non destare sospetti, il ladro fingeva anche di aprire la macchina con un altro telecomando, che ovviamente non funzionava. Un metodo che secondo le indagini il 48enne catanese aveva usato altre volte. Denunciato per furto aggravato, avrebbe messo a segno numerosi colpi sempre nella stessa zona della città tra le piazze Verga ed Europa.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: