Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La Rappresentante di Lista contro Salvini: «Non usare la nostra “Ciao ciao” durante i tuoi comizi». La replica: «La tua canzone mi piace parecchio»

La band palermitana all’attacco del segretario leghista: «La nostra maledizione sta per abbattersi su di te»

Con le elezioni del 25 settembre alle porte, la campagna elettorale estiva è ormai entrata pienamente nel vivo. Quest’estate non sarà dunque solo accompagnata, nei migliori dei casi, dai classici tormentoni estivi musicali, ma anche dalla sovrapposizione dei “ritornelli” dei comizi della campagna elettorale. Ma Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina, il cuore pulsante della band La Rappresentante di Lista, quest’oggi hanno contestato a Matteo Salvini l’uso della loro Ciao Ciao durante i suoi comizi. Il brano con cui hanno partecipato all’ultimo Festival di Sanremo e con cui hanno conquistato la presenza incalzante sulle radio italiane ed estere. Ciao ciao è stato infatti utilizzato più volte durante gli appuntamenti della campagna elettorale del leader del Carroccio. E così, La Rappresentante di Lista ha lanciato la propria invettiva contro il leader leghista in un tweet: «Ci arriva voce che al comizio di Salvini il dj abbia messo Ciao Ciao. La nostra maledizione sta per abbattersi su di te, becero abusatore di hit».


Una scelta per nulla gradita dalla band palermitana, il cui nome è peraltro legato a una passata candidatura di Veronica Lucchesi come rappresentante di lista politica, che si batteva per poter permettere ai giovani fuorisede di poter votare per il referendum abrogativo del 2011 sul nucleare. Materia su cui Salvini la pensa esattamente all’opposto, tanto da aver proposto di far costruire una centrale nucleare nel quartiere Baggio a Milano, la zona in cui è nato e cresciuto il leader del Carroccio. Note politiche a parte, alcune ore dopo Salvini sui suoi social ha risposto alla band, scrivendo: «Cara Rappresentante, onestamente non ci ho fatto caso visto che ero in mezzo a tantissima bella gente. Sperando che la maledizione non abbia effetti, confesso (mea culpa) che la tua Ciao ciao mi piace parecchio».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: