Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Accordo con Verdi-SI? Non per governare». E i due Mattei silurano Letta, Renzi: «Anche loro con chi ha fatto cadere Draghi». Salvini: «Patto per le poltrone»

Anche Salvini contro il segretario dem: «Non è un accordo per governare, è solo un patto per le poltrone»

Matteo Renzi torna all’attacco del segretario dem Enrico Letta, dopo il raggiungimento dell’accordo elettorale in vista delle elezioni del 25 settembre, siglato tra il segretario del Pd, il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, e il leader dei Verdi, Angelo Bonelli. Il leader di Italia Viva, su Twitter, ha dichiarato: «L’accordo tra Pd e la sinistra radicale svela la verità: anche i dem si alleano con chi ha fatto cadere Draghi. Gli unici coerenti con l’Agenda Draghi siamo noi del terzo polo. Faremo una campagna elettorale in nome del coraggio e della verità, controcorrente». In precedenza, in un’intervista al Corriere della Sera pubblicata oggi, 6 agosto, Renzi aveva già punzecchiato il segretario del Pd: «Credo che il motivo per cui Letta abbia parlato con tutti tranne che con noi sia legato a piccole vendette personali per le vicende del passato. Non si spiega una coalizione che mette insieme storie totalmente diverse che parte da un veto a una e una sola forza politica. Evidentemente Enrico pensava di ferirci».


Ma Renzi non è l’unico a puntare il dito contro Enrico Letta. Anche il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta l’alleanza Pd-Verdi-Si con un tweet: «”Non è un accordo per governare”, confessa Letta, appena dopo aver firmato il patto elettorale coi Verdi e Sinistra Italiana. Quindi accordo solo per salvare le poltrone? E Calenda che dice? Senza vergogna. Il 25 settembre saranno gli Italiani a dare la risposta migliore!». E il leader del Carroccio incalza ancora il segretario del Pd: «Patto per difendere la Costituzione? Difenderla da chi? Dal voto degli italiani? È solo un triste patto per le poltrone».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: