Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Tragedia nel Veneziano, teme di aver ucciso la moglie e si toglie la vita: lei è grave

L’ex guardia giurata avrebbe usato un coltello per colpire la donna, aggredita davanti al negozio in cui lavorava

Prima ha tentato di uccidere l’ex moglie accoltellandola, poi si è tolto la vita con la stessa arma. La donna è ricoverata in gravissime condizioni in ospedale, secondo quanto riporta il Gazzettino. La tragedia si è consumata nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 8 agosto, nel centro di Torre di Mosto, in provincia di Venezia. Secondo le prime ricostruzioni, il 56enne avrebbe aggredito la donna in strada, davanti all’attività commerciale dove la 50enne stava lavorando, colpendola con ripetutamente a braccia e gambe con un coltello. In un primo momento, l’agenzia Ansa aveva riferito che nel tentato omicidio sarebbe stata usata una balestra. Ipotesi però smentita dagli inquirenti. L’uomo, convinto di aver ucciso la donna, sarebbe scappato a casa, dove si è poi suicidato con la stessa arma nel suo garage. Dopo l’immediata richiesta di intervento arrivata al 112, sul posto sono arrivati il 118 e i carabinieri della Compagnia di Portogruaro per i rilievi del caso.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: