Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Lo studente dedica una tesina a Draghi e gliela manda: ecco come ha risposto il premier

Il presidente del Consiglio non è nuovo a risposte agli studenti, come quella che aveva dato a un laureando che gli aveva spedito la sua tesi sul Reddito di cittadinanza

«Caro Alessio mi ha molto colpito che tu abbia scelto di dedicarmi la tesina e ti ringrazio di averla condivisa. Non so se merito simili elogi o paragoni tanto illustri, ma spero che la mia storia possa esserti di ispirazione». Così recita la lettera che Mario Draghi ha inviato a uno studente, Alessio, che gli ha dedicato la tesina di scuola. «Ieri mattina, al mare, ho ricevuto la risposta all’invio della mia tesina da parte del Presidente Del Consiglio dei Ministri. La mia tesina parlava della sua vita. Grazie per la risposta… Ora sono contentissimo», ha scritto soddisfatto il ragazzo su Twitter condividendo la foto della lettera del premier. Sui suoi account si descrive come uno «studente a cui piacciono politica e attualità».


TWITTER \ Lettera di Draghi ad Alessio

«Merito dei maestri che ho avuto»

Draghi nella sua lettera di risposta ci ha tenuto a sottolineare come abbia sempre considerato fondamentale l’impegno nello studio, in qualsiasi fase della sua vita. Ha poi fatto i complimenti ad Alessio, ponendo l’accento sui nomi che ha citato nel lavoro. «I risultati che ho raggiunto sono stati anche merito degli straordinari maestri che ho avuto. Ne hai ricordati alcuni, come Federico Caffè e Franco Modigliani, ed è bello che un ragazzo come te li conosca», scrive l’ex governatore della Bce.


Non è la prima volta

Non è la prima volta che Mario Draghi risponde a uno studente. Già qualche mese fa aveva scritto a Marco, un ragazzo di 27 anni che aveva concentrato la sua tesi di laurea al reddito di cittadinanza. 70 pagine di lavoro che aveva poi inviato al presidente del Consiglio per rendersi utile con «simulazioni, statistiche e dati». Draghi lo ringraziò per il materiale, rispondendo nel merito. «È una misura che si ispira ai valori costituzionali dell’uguaglianza e della solidarietà politica, economia e sociale, ma riconosco – come lei – che ha diversi limiti».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: