Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Funerali di Elisabetta II: dalla processione al rito per i familiari – Foto e video

Dopo 10 giorni di celebrazioni e omaggi, oggi il Regno Unito ha dato l’ultimo saluto alla sua regina

Dopo 10 giorni di celebrazioni e omaggi, oggi il Regno Unito ha dato l’ultimo saluto alla regina Elisabetta II. In serata le sue spoglie sono arrivate alla cappella di St. George, annessa al castello di Windsor, dove la sovrana è stata sepolta. L’ultima giornata di addii a Elisabetta è iniziata questa mattina all’Abbazia di Westminster, dove hanno preso il via ufficialmente i funerali di Stato della sovrana. La camera ardente a Westminster Hall, rimasta aperta al pubblico per cinque giorni – si stima siano almeno 400 mila le persone che hanno reso omaggio al feretro della regina, sobbarcandosi fino a 26 ore di fila -, è stata ufficialmente chiusa, e alle 8 ora locale si sono aperte le porte dell’abbazia, che ospita la solenne liturgia e circa 2 mila persone. Tra loro, 500 dignitari di 200 Paesi: 100 solo i capi di Stato e di governo. Londra si è fermata per la Regina: oltre a essere chiusi musei e attività commerciali, sono stati cancellati gli appuntamenti ospedalieri e gli altri funerali.


Regina Elisabetta II sepolta nella cappella di St Georg

21.30 – È stata ufficialmente sepolta Elisabetta II nella cappella di St George durante la cerimonia privata. Re Carlo III e i membri più stretti della famiglia reale erano hanno presenziato il rito. La sovrana ora giace accanto al consorte Filippo e vicino al padre Giorgio VI, alla regina Madre e alla sorella, la principessa Margaret. Sulla lastra vi è la scritta «Elizabeth II 1926-2022».


Re Carlo e la famiglia reale tornano per la sepoltura della regina

20.30 – Re Carlo III e il resto dei membri della famiglia reale sono tornati alla Cappella di San Giorgio per il servizio familiare privato che celebra la sepoltura della regina. Nella Cappella è presente anche il defunto marito duca di Edimburgo. Buckingham Palace l’ha definita «un’occasione familiare profondamente personale». Proprio perché evento privato, il momento non potrà essere trasmesso in televisione e stampa e media non saranno presenti.

Elisabetta II lascia le insegne reali, pronta per la sepoltura

18:00 – Poco prima della sepoltura di Elisabetta II c’è stato il toccante momento in cui sono state tolte dalla bare le insigne reali, corona, scettro e globo d’oro, per essere consegnate alla cappella di St George. Sono state disposte sull’altare quasi a testimoniare che Elisabetta scende nella tomba senza orpelli. La cerimonia si è così potuta avviare alla conclusione quando re Carlo III, successore di Elizabeth, si è avvicinato da solo a deporre sulla il vessillo sulla bara che identifica per tradizione il comandante in capo in battaglia. Poi a seguire il Lord Ciambellano della casa reale ha spezzato la bacchetta di comando che suggella la fine del potere terreno di un sovrano. Sia il vessillo che il bastone spezzato vengono sepolti assieme alla regina.

L’arrivo alla cappella di St George

17.20 – Le spoglie della regina Elisabetta hanno raggiunto la cappella di St. George, annessa al castello di Windsor, dove è stata accolta dall’inchino dei fedeli e dal suono di un organo. Qui si sta svolgendo la cerimonia, officiata dal reverendo David Conner, prima della sepoltura. Dentro la cappella ci sono 800 ospiti scelti. Fuori, insieme ai militari e ai collaboratori della casa reale – la pony Emma e alcuni cani cari a Sua Maestà. Come da volontà di Elisabetta, il cerimoniale prevede anche il canto di un inno ortodosso, Russian Kontakion of the Departed, scelto dal principe Filippo per il proprio funerale nel 2021. Il corteo funebre fino a Windsor è stato seguito, ancora una volta, dai quattro figli di Elisabetta (re Carlo e i principi Anna, Andrea ed Edoardo) e dai due figli di Carlo (William e Harry).

Il trasferimento a Windsor

14.35 – Giunto il corteo funebre a Wellington Arch, il feretro della regina è stato trasferito nel carro funebre che ora si dirigerà al castello di Windsor tra gli applausi della folla. L’arrivo è previsto per le 15.00.

I due minuti di silenzio

Il rito religioso del funerale è terminato con due minuti di silenzio in memoria della sovrana e il canto dell’inno nazionale britannico nella versione riveduta di God Save the King, in onore del nuovo re Carlo III. Il feretro è poi stato portato fuori dall’Abbazia per sfilare nel cuore di Londra prima di raggiungere il castello di Windsor.

I principini George e Charlotte

I bisnipoti della regina e figli del principe William e Kate Middleton, George e Charlotte, rispettivamente di nove e sette anni, hanno aspettato l’arrivo del feretro direttamente all’Abbazia di Westminster, dove sono arrivati con la madre. Si sono poi uniti alla famiglia reale nel breve tragitto percorso dalla bara nella navata centrale. Non c’è invece il fratellino Louis, di soli quattro anni. Finora assenti a tutti gli eventi pubblici seguiti alla morte di Elisabetta l’8 settembre, erano soliti rivolgersi alla bisnonna-regina con il nomignolo di “Gan Gan”.

La funzione

11.00 – La processione, scandita dalle note delle cornamuse dei reparti reali scozzesi con l’accompagnamento del rullo di tamburi, ha raggiunto nel giro di poche decine di metri l’ingresso dell’abbazia, circondata da unità militari in alta uniforme. Il feretro della regina è stato portato all’interno dell’abbazia da un picchetto d’onore della Royal Guard. Inizia ora il funerale di Stato.

La bara è stata seguita lungo la navata centrale dalla famiglia reale riunita. Il reverendo David Hoyle ha aperto la liturgia dopo il canto di un primo inno solenne, ricordando con la voce inizialmente incrinata dall’emozione il valore simbolico dell’abbazia di Westminster nella lunga vita di Elisabetta II: qui fu unita in matrimonio con il principe Filippo nel 1947 e fu incoronata regina nel giugno del 1953. La prima lettura è stata affidata alla baronessa Patricia Scotland, alta diplomatica britannica e segretaria generale del Commonwealth. Dopo di lei, la neo prima ministra Liz Truss.

La processione

10.44 – È partita dalla Westminster Hall, dove era stata allestita la camera ardente, la processione per accompagnare il feretro della regina Elisabetta II all’Abbazia di Westminster, dove si terrà la liturgia solenne. La bara è coperta come sempre dallo stendardo reale. Sopra sono state poste le insegne di Elisabetta, con la corona imperiale di Stato e il suo scettro, oltre a una grande corona di fiori scelti tra i preferiti della sovrana defunta e secondo il suo volere. La famiglia reale sta seguendo a piedi il carro funebre. Il re e i principi sono tutti in divisa, tranne Andrea e Harry, che sono in borghese non rappresentando più la dinastia, ma hanno le decorazioni militari appuntate al petto. A differenza di quanto anticipato dai media, i principini George e Charlotte, sono già in chiesa con regina e principesse consorti.

Il programma

Alle 9 il Big Ben ha suonato i suoi rintocchi in maniera nitida, ma per tutta la giornata il martello della campana sarà coperto da uno spesso cuscinetto di pelle per attutire i suoi colpi in segno di rispetto per la defunta sovrana. Alle 10.44 inizierà una breve processione: la bara della regina verrà posta sul carro porta cannoni della Royal Navy, trainato da 142 marinai. A guidare la processione dietro la carrozza re Carlo III, accompagnato dalla regina consorte Camilla e seguito nell’ordine dai fratelli Anna, Edoardo e Andrea. Un passo più indietro William e Kate con al loro fianco i figli George e Charlotte. Quindi il secondogenito Harry e Meghan. Il feretro arriverà all’abbazia poco prima delle 11 e sarà trasportato all’interno. Prima dell’inizio della funzione una campana suonerà 96 rintocchi, uno per ogni anno di vita della sovrana. I funerali, trasmessi in diretta tv in tutto il mondo, saranno presieduti dal decano di Westminster e dall’arcivescovo di Canterbury.

Una volta finita la liturgia, il Regno Unito si fermerà per due minuti di silenzio, e poco dopo inizierà l’ultima processione attraverso Londra, scandita dai rintocchi del Big Ben, dall’Abbazia di Westminster all’arco di Wellington (Hyde Park Corner), attraverso il Mall, costeggiando i parchi reali e salutando Buckingham Palace. Poi, verso le 13, il feretro partirà per il castello di Windsor su un carro funebre. L’arrivo è previsto per le 15.00. Alle 16 si celebrerà, sempre in diretta tv, il servizio di benedizione finale della salma presso la St. George’s Chapel, a cui prenderanno parte 800 persone. Prima dell’ultimo inno, la corona dello Stato imperiale, lo scettro e il globo verranno rimossi dalla bara dal gioielliere della corona. Alla fine del servizio la bara verrà calata nella Royal Vault, dove sono già sepolti il marito Filippo, duca di Edimburgo, i suoi genitori e sua sorella Margaret. La cerimonia di sepoltura avverrà alle 19.30, alla presenza esclusiva dei membri della famiglia reale.

Credit video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Continua a leggere su Open

Leggi anche: