Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Maltempo, tromba d’aria nel sud pontino, fiume di fango a Formia. L’appello: «Si dichiari stato di calamità» – Il video

Una tromba d’aria ha colpito la costa tra Sabaudia e Terracina distruggendo aziende e danneggiando abitazioni. Esondato il torrente Rio Fresco

Il maltempo torna a sconvolgere il centro Italia, stavolta nel sud Pontino, dove una tromba d’aria ha colpito la costa tra Sabaudia e Terracina. Tra tetti scoperchiati, serre distrutte e grossi disagi alla viabilità, i vigili del fuoco sono intervenuti sul luogo per soccorrere le persone intrappolate nelle abitazioni e per strada a causa degli allagamenti. A Formia invece il violento nubifragio che si è abbattuto ha provocato l’esondazione del torrente Rio Fresco causando grossi danni ai quartieri limitrofi. Nei video girati dai cittadini si vede il fiume di fango sfiorare le abitazioni con le urla dei residenti spaventati. Al momento i soccorritori non segnalano vittime o dispersi mentre il capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Lazio lancia un appello affinché si dichiari lo stato di calamità. «Tromba d’aria tra Terracina e Sabaudia con aziende agricole distrutte o con seri danni, oltre a tanti alberi sradicati e disagi alla viabilità. Si dichiari lo stato di calamità. Viviamo un momento difficile per le imprese, non possiamo permetterci di abbandonare il cuore pulsante dell’economia della provincia di Latina». E aggiunge: «Al di là dello stato di calamità naturale, occorrono dei fondi straordinari per la messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico. Un anno fa è accaduto a Itri, che necessita ancora di interventi risolutivi. È un’emergenza non più rinviabile».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: