Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Parlamento Europeo: «L’Ue prepari una risposta in caso di attacco nucleare russo»

L’Eurocamera ha approvato una relazione sull’escalation in Ucraina. Tra le richieste, un aumento degli aiuti militari e la condanna dei referendum in Donbass

Il Parlamento Europeo ha chiesto all’Ue di preparare una risposta in caso di attacco nucleare russo. La richiesta è contenuta in una relazione sull’escalation russa in Ucraina che è stata approvata dall’Eurocamera con 504 voti a favore, 26 contrari e 36 astensioni. Il documento prevede anche una serie di altre misure: l’aumento dell’assistenza militare all’Ucraina, la condanna dei referendum nel Donbass e l’istituzione di un tribunale internazionale ad hoc per i crimini di guerra compiuti in questi mesi. Gli eurodeputati hanno esortato tutti i Paesi membri a sostenere l’Ucraina, compresi quelli definiti «esitanti» nel fornire equipaggiamenti militari. «Le recenti minacce russe di usare armi nucleari sono irresponsabili e pericolose», si legge nella relazione. Per questo, il Parlamento Ue ha chiesto di preparare una «risposta rapida e decisiva nel caso in cui la Russia dovesse condurre un attacco nucleare contro l’Ucraina». Nel documento, poi, l’Ue chiede maggiore sostegno ai Paesi che più sono alle prese con l’afflusso di cittadini russi, «in particolare Georgia, Kazakhstan, Armenia e Kirghizistan». Infine, il testo approvato a Strasburgo sottolinea come gli attacchi a Nord Stream dimostrino la pericolosità di «una politica di crescente dipendenza dai combustibili fossili russi e un uso dell’energia come arma».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: