Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Dozzine di macchine al corteo di Macron: ecco cosa stava succedendo davvero

Lo scatto cattura il momento di rotazione tra le due squadre del corteo presidenziale

Circola una foto che ritrae decine di macchine nere in corteo. Sul web si mormora che sia la dozzina di veicoli con cui abitualmente viaggia il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron.Per come formulata, questa notizia potrebbe risultare fuorviante: bisogna collocarla nel suo reale contesto: ecco cosa stava succedendo davvero al momento dello scatto.

Per chi ha fretta:

  • Una foto che ritrae diverse macchine nere è stata condivisa affermando che si tratta del corteo che abitualmente accompagna Emmanuel Macron
  • In realtà, quei veicoli accompagnavano davvero il viaggio del presidente della Repubblica francese
  • Il momento catturato tuttavia rappresenta il cambio tra le due squadre del corteo: dunque il numero dei veicoli appare stranamente elevato per quella ragione

Analisi

«Un convoglio di decine di veicoli quando Macron viaggia in macchina… ha letteralmente un piccolo esercito in questi furgoni e inoltre, non sappiamo nemmeno in quale veicolo si trovi. Pensi che sia calmo e che “non abbia nemmeno paura”?». Queste le parole che accompagnano una foto condivisa su Facebook. Nell’immagine, vediamo una lunga fila di macchine scure.

Ma è dunque vero che il presidente francese non si sposta se non accompagnato da un corteo così nutrito? Sì e no.

La notizia infatti non ha destato scalpore solo in Italia, ma è stata molto condivisa anche all’estero e in particolare, come prevedibile, nella nazione capitanata da Macron. Un tale successo che le emittenti locali sono state costrette ad approfondire la circostanza. Innanzitutto, bisogna collocare nello spazio-tempo il momento in cui è stata scattata la foto. L’attimo è stato catturato lunedì 5 novembre a Pont-à-Mousson, cittadina del nord-est della Francia, durante la prima tappa del “tour commemorativo” di Macron per le commemorazioni della Grande Guerra.

Il quotidiano francese Liberation si è messo in contatto con Sibeth N’Diaye, addetta stampa e comunicazione all’Eliseo. Questa è stata la dichiarazione che ha rilasciato:

In viaggi di questa portata, gli autisti hanno giornate molto lunghe, che iniziano tre ore prima dell’inizio della giornata presidenziale per prelevare i membri della delegazione nei vari hotel, per trasportarli nella prefettura dove si trova Macron. E queste giornate finiscono due o tre ore dopo cena, per riportare le persone al loro hotel dopo l’ultimo incontro di debriefing

Secondo Sibeth N’Diaye, la foto attualmente in circolazione sulle reti corrisponde a un momento di “rotazione” tra le due squadre di corteo. Questo spiega l’elevato (e anomalo) numero di veicoli.

Conclusioni

Le macchine nella foto sono effettivamente sul posto per scortare il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron. Il momento catturato tuttavia riprende il momento di cambio della guardia tra le due fila, quindi è sbagliato affermare che Macron viaggia abitualmente in compagnia di un così elevato numero di veicoli.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: