Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Aveva un tumore ovarico di 70 kg: salvata all’ospedale Molinette di Torino

Dal nosocomio hanno spiegato che la massa pesava più della paziente e le era arrivata ai polmoni

Un doppio intervento chirurgico di asportazione è riuscito a salvare una giovane donna colpita da un tumore ovarico con una massa di oltre 70 kg che le ostruiva completamente l’addome. L’operazione è avvenuta presso l’ospedale Molinette di Torino. Dal nosocomio hanno spiegato che il tumore «pesava più della stessa paziente e le riempiva tutta la pancia fino a salire ai polmoni tanto da non farla respirare. In letteratura non risulta nessun precedente di massa tumorale asportata di simile peso». La giovane, infatti, aveva raggiunto nelle scorse settimane il pronto soccorso con un quadro di insufficienza respiratoria. La situazione, dovuta alla pressione esercitata dall’addome su polmoni ed organi addominali, era talmente grave che la paziente è stata sottoposta a ventilazione meccanica presso la rianimazione del pronto soccorso. La prima fase clinica è stata superata grazie al drenaggio della porzione cistica della lesione, con raccolta complessiva di 52 litri di materiale liquido. Dopo di esso, la paziente è stata estubata. La successiva diagnostica ha evidenziato una voluminosa formazione espansiva addominale. Questo ha richiesto un secondo intervento, nei giorni successivi, per asportare in blocco la massa di circa 25 kg. Un intervento fortunatamente riuscito: dopo soli 4 giorni la giovane donna è stata trasferita dalla rianimazione al reparto di chirurgia, per poi essere a sua volta spostata nel reparto di dietetica e nutrizione clinica. Adesso è stata dimessa.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: