Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Corruzione dilagante e sistemica»: il Parlamento Europeo punta il dito contro la Fifa

L’Eurocamera ha approvato una risoluzione che condanna la scarsa trasparenza della federazione e la morte di migliaia di lavoratori migranti in Qatar

In una risoluzione approvata per alzata di mano, il Parlamento europeo ha condannato la corruzione «dilagante, sistemica e profondamente radicata» della Fifa, la federazione internazionale calcistica. Nel documento, gli eurodeputati puntano il dito contro la mancanza di trasparenza che ha portato la federazione calcistica a scegliere il Qatar come Paese ospitante dei Mondiali 2022 e condannano la morte di migliaia di lavoratori migranti impiegati per la costruzione delle strutture sportive. Il Parlamento Ue ha esortato i Paesi membri – in particolare Germania, Francia, Italia e Spagna – a esercitare pressioni su Uefa e Fifa affinché si impegnino a realizzare riforme interne. Oltre alle semplici condanne, poi, gli eurodeputati chiedono al Qatar di ampliare il fondo previsto per i risarcimenti delle vittime di abusi salariali. L’obiettivo è quello di includere non solo i lavoratori sottopagati ma anche tutte le famiglie degli operai morti durante i preparativi dei Mondiali


Le controversie sui Mondiali in Qatar

L’assegnazione dei Mondiali di calcio al Qatar si trova da anni al centro di polemiche mediatiche e inchieste giudiziarie. Nel 2014, iniziarono a circolare i primi sospetti secondo cui Mohamed bin Hammam, cacciato dalla Fifa nel 2011 per brogli elettorali, avesse corrotto le altre federazioni prima del sorteggio. Diversi funzionari della Fifa sono stati accusati di corruzione e lo stesso presidente Sepp Blatter definì la scelta di assegnare il Mondiale al Qatar «un errore». Lo scorso anno, poi, un’inchiesta del Guardian ha rivelato che il governo qatariota avrebbe impiegato decine di migliaia di lavoratori migranti per la costruzione degli stadi, prestando scarsa attenzione alle condizioni di lavoro e al rispetto dei diritti umani. Secondo il quotidiano britannico, sarebbero almeno 6.500 i lavoratori morti in Qatar durante i preparativi del torneo, nonostante gli organizzatori abbiano respinto le accuse.


Foto di copertina: FIFA | Il quartier generale della Fifa a Zurigo, in Svizzera

Continua a leggere su Open

Leggi anche: