Manovra, Salvini: «Volevamo tassare le multinazionali, ma sono furbe»

Le dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture

La manovra doveva essere più dura con le multinazionali del commercio on line, ammette il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini. Ma, evidentemente, qualcosa è andato storto, ammette all’uscita dell’udienza sul caso Open Arms, a Palermo: «Ci abbiamo provato a tassare le multinazionali, soprattutto quelle del commercio online. Ne abbiamo parlato con Meloni, con Giorgetti, con Urso però ci sono le norme europee». Secondo il ministro, dunque, le direttive Ue più che un limite alle piattaforme rappresenterebbero un lasciapassare: «Senza fare nomi e cognomi, che le grandi piattaforme alla Amazon siano esenti da Iva sulle transazioni a differenza dei commercianti è una follia. Gli uffici tecnici chi hanno detto che non è possibile pensare a questo tipo di tassazione, mi sembra che in manovra abbiamo messo quella sull’online ma limitata. Ci riproveremo, questi sono furbi».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: