Il post criptico di Meloni con la sua agenda: «Siete pronti?». Il primo commento arriva da Conte

La premier sembra riferirsi a chi la accusa di non avere una linea propria ma di seguire il solco tracciato da Draghi. Come a dire: «Avviato il governo, si apre l’agenda Meloni»

«Pronti ad aprire gli appunti di Giorgia?». La domanda campeggia in stampatello blu su un foglio del blocco appunti di Giorgia Meloni. A lato, poggiato sul tavolo, l’elastico che lo tiene chiuso, decorato con le lettere del nome della premier. Qualcuno potrebbe anche chiamarlo un’agenda. E sembra proprio questo il riferimento della criptica foto pubblicata su Facebook dalla presidente del Consiglio. Come a dire: «Avviato il governo, si apre l’agenda Meloni». La premier, infatti, sembra ironizzare su chi l’accusa di voler portare avanti l’agenda Draghi, senza proporre idee proprie. Dalla legge di bilancio, agli interventi finanziati con il tesoretto di 20 miliardi in avanzo in bilancio lasciati dall’ex presidente della Bce, passando per i decreti aiuti, tracciati sul solco dell’esecutivo precedente. Un messaggio, quello di Meloni, che arriva dopo una sua lunga intervista pubblicata questa mattina su la Repubblica. «Io resto Giorgia», si legge nel titolo.


Conte: «L’agenda di Giorgia? Solo tagli»

Non si è fatta attendere la risposta del leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte, che ripostando su Facebook la foto di Meloni ha criticato duramente l’operato del nuovo governo: «Provo a indovinare, Presidente Meloni – scrive Conte – Taglio aiuti contro il carobenzina: fatto! Taglio Reddito di cittadinanza a chi non arriva a fine mese: fra 8 mesi! Taglio istituti scolastici: programmato! Taglio rivalutazioni pensioni: fatto! Taglio e ridimensionamento misure a favore delle imprese: fatto! Aumento invio di armi e spese militari: programmato! Aumento dei contanti da infilare in valigetta: fatto! Aumento stipendi con il salario minimo: neanche a parlarne!».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: