Tempest: il nuovo jet supersonico che l’italiana Leonardo costruirà insieme a Regno Unito e Giappone

Il nuovo modello andrà a sostituire l’Eurofighter Typhoon. Dovrebbe essere operativo nel 2035. L’avvio della fase di sviluppo è previsto nel 2024

L’Italia, il Regno Unito e il Giappone hanno raggiunto un accordo sulla costruzione di un jet supersonico di sesta generazione che si chiamerà Tempest. Il nuovo modello andrà a sostituire l’Eurofighter Typhoon. Dovrebbe essere operativo nel 2035. L’avvio della fase di sviluppo è previsto nel 2024. Secondo le informazioni del quotidiano economico giapponese Nikke le società al centro del progetto dovrebbero essere la giapponese Mitsubishi Heavy Industries, la britannica BAE Systems e l’italiana Leonardo. La partnership tra i tre paesi si chiamerà “Global Combat Air Programme” (GCAP). Il premier britannico Rishi Sunak si è rallegrato: «Dobbiamo rimanere all’avanguardia nei progressi della tecnologia della difesa, superando e sconfiggendo coloro che cercano di farci del male». Il nuovo velivolo Stealth sarà capace di volare senza pilota, impiegare armi ipersoniche e a energia diretta e usare droni eludendo i moderni sistemi di controllo radar. I tre partner puntano a coinvolgere in un secondo momento anche Svezia e India. Il ministero della Difesa britannico ha firmato lo scorso anno un contratto da 250 milioni di sterline per lo sviluppo del Tempest, che dovrebbe entrare in servizio nel 2035, e sostituire i velivoli Eurofighter Typhoon di Italia e Regno Unito. Con il nuovo apparecchio il Giappone sostituirà il cacciabombardiere Mitsubishi F-2, sviluppato in collaborazione con Lockheed Martin negli anni Novanta.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: