Dresda, morto il sequestratore degli ostaggi nel centro commerciale. Aveva ucciso sua madre

Il quarantenne sarebbe morto a causa delle ferite riportate durante l’intervento della polizia

L’uomo di nazionalità tedesca che oggi, 10 dicembre, aveva preso in ostaggio alcune persone nel centro commerciale Altmarktgalerie di Dresda, è morto a causa delle ferite riportate durante l’intervento della polizia. Lo hanno reso noto le stesse forze dell’ordine. Che hanno inoltre rassicurato i cittadini su Twitter, affermando che «non ci sono più situazioni pericolose». Dopo aver stabilito un contatto telefonico con lui, la polizia era infatti riuscita a catturare il 40enne, rimasto ferito nell’operazione. Avrebbe minacciato due ostaggi, una donna e un bambino. Entrambi sono stati liberati e sembrerebbero illesi. La polizia, nel corso delle indagini per risalire al sospettato, ha trovato il cadavere di una donna in un condominio nella zona di Prohlis, sempre a Dresda. La vittima, 62enne, sarebbe la madre del sequestratore: il caso dell’omicidio e la presa degli ostaggi risultano collegati.


L’operazione della polizia

Le ferite che sono costate la vita al quarantenne sono state inferte, secondo la polizia, «nel corso dell’assalto e della liberazione degli ostaggi». Gli agenti sono riusciti tuttavia a evacuare il centro commerciale della città nella Germania orientale senza che ci fossero ulteriori feriti. Le forze dell’ordine erano state avvisate subito della presenza di un uomo armato. Decine di agenti sono intervenuti nel mall, ha riferito l’emittente televisiva Deutsche Welle. Transennata una vasta area intorno al centro commerciale per garantire la sicurezza dei civili. Chiuso anche il vicino mercatino di Natale di Striezelmarkt. Secondo la Bild, il sequestratore avrebbe anche tentato un’irruzione negli studi di Radio Dresden, senza riuscirci. Il suo direttore Tino Utassy ha riferito che tutti i dipendenti sono in salvo.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: