Mondiali, la lettera di Messi: «Diego ha tifato per noi dal cielo, meritavamo la vittoria anche nel 2014» – Il video

La dedica del numero 10 tocca tutti per celebrare il risultato storico dell’Albiceleste

«Ho sempre sognato di diventare campione del mondo, e non avrei mai smesso di provarci, pur sapendo che non era detto accadesse». È questo uno dei passaggi di una lunga lettera che il numero 10 dell’Argentina, Leo Messi, ha pubblicato su Instagram dopo la vittoria dei mondiali di domenica scorsa. Assieme alla lettera, la Pulce pubblica anche un video, che ripercorre tutta la sua carriera, dai tempi del Grandoli, il primo club in cui ha militato, a 4 anni, fino a domenica scorsa. «Sono stati quasi tre decenni in cui il pallone mi ha regalato tante gioie e anche qualche tristezza». Nel testo, il campione dedica la Coppa anche a «tutti coloro che non l’hanno raggiunta nei precedenti Mondiali che abbiamo giocato, come nel 2014 in Brasile, che tutti si sono meritati per come hanno lottato fino alla finale, lavorato sodo e voluto tanto quanto me… E ce lo meritavamo anche in quella maledetta finale».


Messi ricorda poi Maradona, l’ultimo, prima di lui a portare l’Albiceleste sul tetto del mondo, nel 1986, anche a lui è dedicata questa Coppa: «È anche di Diego che ci ha incoraggiato dal cielo. E di tutti quelli che hanno sempre tifato la Nazionale senza guardare tanto al risultato ma piuttosto alla voglia che ci abbiamo sempre messo, anche quando le cose non andavano come avremmo voluto». Continua poi Messi, il Mondiale «è di tutto questo bellissimo gruppo che si è formato e dallo staff tecnico e da tutte le persone della nazionale che, anche rimanendo anonime, lavorano giorno e notte per facilitarci le cose».


Fonte video: Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Continua a leggere su Open

Leggi anche: