La Legge di bilancio domani in Aula: restano le multe per Pos e Bancomat, l’ultima lite è sulla caccia al cinghiale in città

Ok al mandato per i relatori di maggioranza. La settimana prossima a Palazzo Madama

La Commissione Bilancio della Camera ha approvato il mandato ai relatori della maggioranza sulla manovra economica emendata. L’ok a Roberto Pella, Dario Trancassini e Silvana Comaroli è arrivato al settimo giorno di convocazione della Commissione per le votazioni. Il testo della legge domani mattina alle 8 approderà nell’aula di Montecitorio. Per venerdì 23 dicembre invece è atteso il voto di fiducia. Dopo Natale la Legge di Bilancio arriverà in Senato per l’approvazione definitiva. Dalla lettura degli ultimi emendamenti emerge il ritorno delle multe per i commercianti che rifiutano di accettare pagamenti con carte e bancomat.


Gli emendamenti

È stato infatti approvato in commissione Bilancio alla Camera l’emendamento alla manovra che sopprime la modifica introdotta nella stessa Legge di bilancio con cui si introduceva un tetto di 60 euro entro il quale i commercianti avrebbero potuto rifiutare transazioni col Pos senza incorrere in sanzioni. Nel frattempo l’ultima lite tra maggioranza e opposizione è scoppiata sui cinghiali. Quando le votazioni erano praticamente terminate e mancava solo il mandato è rispuntato l’emendamento alla manovra che apre alla possibilità di abbattimenti di fauna selvatica anche in città. L’emendamento non è entrato nei fascicoli e l’Alleanza Sinistra-Verdi è andata all’attacco: «Avevate preso un impegno con noi che quei fascicoli erano quelli su cui avremmo fatto la discussione, non l’avete rispettato», ha detto Angelo Bonelli. Il relatore Trancassini ha quindi chiesto la convocazione dell’ufficio di presidenza e la seduta è stata sospesa.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: