Open, il sito più attendibile e con maggior engagement in Italia secondo il report annuale di NewsGuard

Il programma di monitoraggio informatico sulle fake news fondato dagli americani Gordon Crovitz e Steven Brill ha valutato i siti italiani di informazione sulla base di 9 criteri di trasparenza e affidabilità

Ogni anno la società NewsGuard Technologies, con sede a New York, pubblica un report annuale del programma di monitoraggio informatico sulle fake news. Il sistema si serve di un team di giornalisti e professionisti con esperienza nel settore dell’informazione, i quali valutano i siti di notizie in base a nove criteri giornalistici, con particolare attenzione a quelli riguardanti gli standard di credibilità e trasparenza. Open, dopo il risultato ottenuto nel 2021, conferma la sua posizione ritrovandosi nuovamente nella classifica dei siti più affidabili del 2022. Conferma, inoltre, la prima posizione come sito con il maggior engagement tra quelli che hanno ottenuto un punteggio pieno nell’analisi di Newsguard. Nella speciale classifica stilata da Newsguard, seguono testate come Il Sole 24 Ore, Tpi, Varesenews, Focus, La Nuova Sardegna, Internazionale, Domani e i colleghi fact-checkers Pagella Politica e Facta. Newsguard pubblica, inoltre, la classifica di quelli che ritiene i «siti più influenti che hanno pubblicato disinformazione» in base al punteggio ottenuto e al maggior engagement nel 2022. Secondo la società americana, tutti i siti citati in questa seconda classifica (molti già noti nella nostra sezione Fact-Checking) hanno «pubblicano regolarmente informazioni false e fuorvianti, hanno diffuso disinformazione sul Covid-19» e (tranne uno, il primo nella classifica) «hanno pubblicato informazioni non accurate o fuorvianti sulla guerra tra Russia e Ucraina». Nella speciale classifica, al primo posto troviamo il sito IlParagone dell’ex senatore e giornalista Gianluigi Paragone in quanto «ha più volte pubblicato affermazioni false, fuorvianti e non comprovate sulla pandemia di Covid-19 e i relativi vaccini». Nella classifica dei «siti più influenti che hanno pubblicato disinformazione», dopo IlParagone troviamo altri due siti «con un orientamento politico di destra» che hanno diffuso informazioni sulla Covid-19, la guerra tra Russia e Ucraina e altro ancora: ImolaOggi e Rassegneitalia. In quarta posizione troviamo L’AntiDiplomatico, definito da NewsGuard come «un sito di estrema sinistra che si occupa di notizie internazionali che ha pubblicato spesso contenuti falsi e ha dato spazio alla disinformazione russa». Seguono altri siti come Scenarieconomici, Mag24.cloud, Controinformazione.info, Voxnews, Grandeinganno.it e Maurizioblondet.it. Quest’ultimo ha risposto pubblicamente a una richiesta di commento da parte di NewsGuard con testuali parole: «La soluzione è semplice: smettete di leggere le mie falsità».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: