Internazionali di tennis, un attivista denuncia violenze e abuso di potere in commissariato dopo il blitz

La deputata di Avs, Eleonora Evi, ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno. Nel referto medico si legge che il giovane ha riportato un’ecchimosi al collo e un ematoma al braccio

Un attivista di Ultima Generazione ha accusato un agente di polizia di avergli stretto le mani al collo lo scorso 13 maggio, dopo essere stato portato al Commissariato di Prati a Roma per il blitz alle partite di tennis ATP al Foro Italico. Durante la protesta, gli Internazionali sono stati interrotti da 11 attivisti, di cui quattro scesi in campo lanciando dei coriandoli. In un video condiviso sui social, il giovane di nome Giacomo, dichiara che gli altri agenti presenti non sarebbero intervenuti: «Sono rimasti a guardare», sottolinea. «Mi hanno strappato i capelli, sono stato in Pronto Soccorso e inizialmente mi avevano dato una prognosi di 15 giorni. Poi un poliziotto è intervenuto, ha parlato con il medico e mi hanno cambiato la prognosi in 1 giorno», denuncia. Ultima Generazione riferisce che nei referti del Pronto Soccorso risulta che si è trattato di «aggressione da parte di persona nota» e che «un fascicolo è già aperto ed è stato inviato alla Procura». Nella cartella clinica del Pronto Soccorso si legge che il giovane «non presenta ferite lacerocontuse, escoriazioni o tumefazioni craniche obiettivabili», ma sul collo sinistra ha riportato «ecchimosi con escoriazioni» e sul braccio destro una «tumefazione con ematoma recente di circa 5 centimetri».


Visualizza questo post su Instagram


L’interrogazione parlamentare di Eleonora Evi (Avs)

Una vicenda intollerabile secondo gli attivisti di Ultima Generazione che denunciano «non solo la violenza sulla persona, ma anche l’abuso di potere verso una struttura sanitaria di Pronto Soccorso». Quanto accaduto non è passato inosservato ad Alleanza Verdi e Sinistra con Eleonora Evi che ha presentato un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro dell’Interno. «Sono ormai sempre più numerose le azioni violente e repressive da parte delle forze dell’ordine su manifestanti e studenti, come dimostrano le cariche violente della polizia sugli studenti a Pisa, Torino, Roma e Genova. E con questo ultimo episodio la violenza fisica della polizia si è abbattuta anche sulle persone di Ultima Generazione», si legge nell’interrogazione. Da qui la richiesta al ministro dell’Interno per sapere se intende «verificare tempestivamente e condannare questo episodio di violenza inaccettabile nei confronti di un cittadino che stava esercitando il suo diritto a manifestare pacificamente, come riconosciuto dalla Costituzione». E se ritiene, inoltre, che «le pressioni esercitate dalle forze dell’ordine sul personale del Pronto Soccorso, si configuri come un abuso di potere così da adottare tutte le iniziative del caso per evitare che possa ripetersi in futuro».

Leggi anche: