Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Dalla foto ai dati, l’errore di comunicazione del M5S sul reddito di cittadinanza

Una recente campagna illustrativa del Movimento 5 Stelle sul reddito di cittadinanza si è rivelata un boomerang, ma i critici si sono soffermati sulla foto usata e non sul contenuto

Il 24 gennaio il Movimento 5 Stelle ha pubblicato un'immagine per raccontare come il reddito di cittadinanza potrebbe aiutare una coppia di giovani laureati. La campagna si è rivelata un boomerang per due motivi. Infine è stata cancellata dalla pagina Facebook del Movimento, ma per una ragione diversa da quelle al centro della polemica. 

Gli attacchi sono nati non solo perché la foto dei due giovani proviene da un servizio gratuito di immagini stock (la troviamo su Freepik con il titolo "Giovani coppie sorridenti che si amano vicino al sofà"), ma soprattutto perché è stata usata anche per campagne pubblicitarie di prodotti per la pulizia dentale e per l'intimo femminile.

Dalla foto ai dati, l'errore di comunicazione del M5s sul reddito di cittadinanza foto 1

Può risultare divertente, ma non possiamo parlare di "foto sbagliata" perché è stata utilizzata anche in altri contesti diversi. L'attenzione di alcuni si è focalizzata sul presunto legame tra la foto dei due ragazzi e la storia della famiglia Verdi, composta da Filippo e Giulia, raccontata ne Il Blog delle Stelle:

La famiglia Verdi, invece, è composta da Giulia e Filippo, due giovani laureati di 32 anni che si sono appena sposati e vivono in affitto. Giulia lavora come cameriera nel ristorante vicino casa e guadagna 600 euro al mese, mentre Filippo è alla disperata ricerca di un lavoro. Ora lo Stato verrà incontro a Giulia e Filippo, garantendogli un’integrazione al proprio reddito, così da avere 980 euro al mese, di cui 280 euro per pagare l’affitto. Nel frattempo Filippo si attiverà per trovare il lavoro tanto atteso.

Da nessuna parte viene evidenziata questa associazione, risulta chiaro che si tratta di un semplice esempio e non della realtà, anche perché fin dall'inizio sia ne Il Blog delle Stelle che nella condivisione Facebook del Movimento si legge «Facciamo alcuni esempi» e «Immaginiamo una famiglia». Qualcuno ha pensato che fosse questo il motivo della cancellazione dell'immagine dalla pagina Facebook del Movimento (ancora presente in quella della deputata Dalila Nesci), ma non si son resi conto del vero errore che rende la loro comunicazione fuorviante.

Dalla foto ai dati, l'errore di comunicazione del M5s sul reddito di cittadinanza foto 2

Il post Facebook della deputata Dalila Nesci con la foto sbagliata.

Nell'immagine leggiamo:

Due giovani laureati sposati vivono in affitto. Grazie al Reddito di Cittadinanza fino a + 980 euro mese (di cui + 280 euro per affitto)

Il problema riguarda quel "più" (+) nei 280 euro per l'affitto. In pratica, se una coppia percepisce 600 euro al mese potrà ottenere un'integrazione per arrivare a 980 euro mensili. A questi però non vengono aggiunti ulteriori 280 euro per l'affitto, sono già inclusi nell'integrazione stessa (600 euro di stipendio, integrazione di 100 euro e 280 per l'affitto). Ecco la tabella dove vengono riportati i casi a seconda della composizione familiare: 

Dalla foto ai dati, l'errore di comunicazione del M5s sul reddito di cittadinanza foto 3

Le tabelle del reddito di cittadinanza a seconda del nucleo familiare.

In realtà, la coppia può ricevere una somma utile per raggiungere la cifra totale di 980 euro al mese, inclusi in questi i 280 euro per l'affitto. Se una coppia ha un reddito mensile di 600 euro potrà ricevere 100 euro in più e 280 per l'affitto al mese, per un totale di 380 euro utili a raggiungere la somma totale prevista di 980 euro. Per questo errore è stata eliminata la foto dalla pagina Facebook del Movimento, non per le prese in giro per una foto prelevata da un servizio gratuito.