Chi è Cristophe Chalençon, portavoce dei Gilet gialli che ha incontrato Luigi Di Maio

La riunione è avvenuta a Montargis, nell’hinterland di Parigi. «Siamo praticamente d’accordo su tutto», ha commentato Chalençon

Quello che era solo un interesse, potrebbe trasformarsi in un avvicinamento. Nel pomeriggio di martedì 5 febbraio Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista hanno incontrato il portavoce della lista dei Gilet gialli capeggiata da Ingrid Levavasseur, Cristophe Chalençon. La riunione è avvenuta all'Hotel de France di Montargis, hinterland Parigino. Un incontro rilanciato dallo stesso vicepremier sulla sua pagina Facebook, dove scrive: «Il vento del cambiamento ha valicato le Alpi. Ripeto. Il vento del cambiamento ha valicato le Alpi».

Commentando l'incontro, Chalençon ha spiegato: «Non parliamo ancora di alleanza, ma certamente di dialogo. Siamo praticamente d'accordo su tutto». A qualche ora da questa dichiarazione, il portavoce dei Gilet gialli ha chiarito meglio le prospettive per le prossime Europee. Alla domanda su una possibile alleanza ha risposto: «Niente affatto. Abbiamo accettato perché volevamo scoprire questo partito e capire bene il suo posizionamento politico rispetto alla Lega. Di Maio ci ha assicurato che ci saranno liste separate alle elezioni amministrative ed europee. E questo ci piace».

Chi è Cristophe Chalençon

I media francesi lo definiscono uno dei leader dei Gilet gialli. Il 3 dicembre aveva chiesto un «vero comandante» a palazzo Martignon, la sede del governo francese, riferendosi al generale Pierre de Villiers, ex capo di Stato maggiore. In un post su Facebook del 23 dicembre invece aveva parlato di «caos annunciato», chiedendo le dimissioni di Macron e invocando l'intervento dell'esercito: «Oggi spetta ai militari entrare in gioco per consentire l'insediamento di questo governo».

Oggi con Alessandro Di Battista abbiamo fatto un salto in Francia e abbiamo incontrato il leader dei gilet gialli…

Posted by Luigi Di Maio on Tuesday, February 5, 2019

Le liste elettorali legate ai Gilet gialli

Al momento sono già tre le liste ispirate al movimento di protesta francese che hanno dichiarato di voler correre alle elezioni europee. Una dispersione che nasce dal fatto che i Gilet gialli non hanno una sola identità. Dopo le prime settimane di protesta era apparso un volantino che raccoglieva una serie di idee, proposte appartenenti a diverse aree politiche. Fra le liste elettorali presentate finora c'è Union Jaune di Patrick Cribouw, Rassemblement des gilets jaunes citoyens guidata Thierry-Paul Valette e Rassemblement d'Initiative Citoyenne – Ric, di cui la cui Christophe Chalencon, è portavoce. All'incontro erano presenti esponenti della lista Ric, guidata da Ingrid Levavasseur, oltre agli eurodeputati a cinque stelle Fabio Massimo Castaldo, Tiziana Beghin e Ignazio Corrao. Chalencon ha annunciato che la prossima settimana Ingrid Levavasseur sarà a Roma, per un nuovo incontro con i 5 Stelle.

Leggi anche