«The new normal», lo spot sulla legalizzazione della marijuana girato da un premio Oscar

Il regista Spike Jonze e l’attore Jesse Williams hanno lavorato a un cortometraggio prodotto da MedMen, azienda specializzata nella vendita di canapa negli Stati Uniti

Spike Jonze dietro la cinepresa e Jesse Williams alla voce. Il regista premio Oscar di Essere John Malkovich e il dottor Jackson Avery di Grey's Anatomy. Insieme per raccontare la storia della canapa negli Stati Uniti. The New Normal è il corto realizzato da MedMen, azienda che si occupa di coltivare e distribuire canapa legale. No, non è la stessa che si vende in Italia nei tanti negozi aperti negli ultimi mesi. Negli Usa diversi Stati, come il Colardo, hanno approvato la vendita di marijuana a scopo ricreativo.

In due minuti esatti di immagini, Spike Jonze ha scelto di giocare sulle statue che popolano i musei di storia. Quelle riproduzioni a grandezza naturale che raccontano scene di vita quotidiana del passato. Si inizia con George Washington, il primo presidente Usa. È in mezzo alla sua piantagione di canapa e ha in mano una foglia di questa pianta: la guarda puntandola verso il cielo.

Dal '700, il video passa subito agli anni '80 del secolo scorso. Qui la canapa viene proibita e inizia una campagna di propaganda per spiegare quanto sia nociva. Polizia che arresta ragazzi in strada e madri che piangono mentre i loro figli vengono condannati in tribunale. Poi si arriva al presente. Ai malati che la utilizzano per placare i dolori cronici e a chi ne fa uso solo per rilassarsi. Si passa anche dagli analisti finanziari, che si accorgono di quanti profitti e quanti posti di lavoro possa creare questo mercato.

Niente movimenti. Niente attori con battute da copione. La telecamera passa da una scena all'altra, esplorando ogni set in un piano sequenza legato solo dalla voce e dalla musica. Tutto si conclude davanti a una classica villetta a schiera di un quartiere residenziale americano. Una coppia si tiene per mano e sta per entrare in casa. Forse per fumare davanti a una serie Netflix. La didascalia di questa scena è semplice: solo The New Normal, la nuova normalità.

Leggi anche