Lezioni di yoga per i migranti “stressati” da Salvini. La risposta del ministro: «Queste sono le priorità?»

di Redazione

L’evento è stato organizzato dalla Regione Piemonte, insieme a maestri di Yoga e all’associazione Refugees Welcome. È rivolta a tutti i migranti che rischiano di perdere il permesso di soggiorno a causa delle nuove norme introdotte dal decreto sicurezza

A Torino maestri di Yoga e Refugees Welcome, un'associazione che mette in contatto i richiedenti asilo con le famiglie disposte a ospitarli, hanno organizzato una lezione per tutti quei migranti che potrebbero diventare irregolari, a causa delle modifiche introdotte dal decreto Sicurezza.

Il corso si terrà domani, sabato 9 marzo, ed è stato organizzato con l’assessora regionale all’Immigrazione, Monica Cerutti: «Sarà una giornata di confronto e di discussione, uno spazio di accoglienza e condivisione», hanno detto gli organizzatori a Repubblica.

Durante la giornata si alterneranno diverse lezioni gratuite di circa 60 minuti l’una, di varie discipline: ashtanga, kundalini, hatha, meditazione. Gli "allievi" di queste lezioni saranno i migranti ospitati da due cooperative piemontesi, La Volpe e il Mirtillo, che nel 2016 aiutarono il comune di Ormea a ripulire le zone colpite da un' alluvione.

Appena letta la notizia, il ministro dell' Interno Matteo Salvini ha replicato Su Twitter: «Il Pd in Regione Piemonte offre lezioni di yoga agli immigrati "colpiti" dal Decreto sicurezza. Eh sì, queste sono le priorità».

https://twitter.com/statuses/1103930448558743552