Quattro lavoratori su dieci guadagnano meno di 10 euro l’ora: under 35 e donne i meno retribuiti

L’Inps ha presentato alla commissione Lavoro del Senato i dati sui lavoratori del settore privato. Il 40% di una platea di 5 milioni di dipendenti (escludendo il settore agricolo e domestico) non arriva a guadagnare 10 euro l’ora. Meno retribuite le donne, gli under 35, gli artigiani e i residenti al Sud e nelle Isole

La commissione lavoro di Palazzo Madama ha convocato l'Inps (Istituto nazionale della previdenza sociale) per recepire le stime sul salario orario dei lavoratori del settore privato. È infatti in discussione il disegno di legge numero 658 del Movimento 5 Stelle che prevede una retribuzione minima di 9 euro lordi l'ora (i senatori Pd avevano presentato a maggio 2018 il ddl 310 che propone una paga minima di 9 euro netti).

Il 40% dei dipendenti privati in Italia guadagna meno di 10 euro l'ora

Il report dell'Inps racconta di un Paese che non è ancora riuscito a superare le fratture salariali che si muovono lungo l'asse geografico, anagrafico e di genere. Escludendo dalle stime il settore agricolo e domestico, il 40% dei dipendenti privati in Italia guadagna meno di 10 euro l'ora. Dato estratto da circa 5 milioni di dichiarazioni contributive consegnate nel mese di ottobre 2017. Il 9% della platea è addirittura al di sotto degli 8 euro di salario orario.

Ma la percentuale sulla quale ci si è concentrati in Senato è quella del 22%. Più di un lavoratore su cinque percepisce meno di 9 euro l'ora: il disegno di legge andrebbe ad alzare la loro retribuzione oraria. Da queste stime restano esclusi quasi tutti i dipendenti del lavoro domestico e agricolo.

Nel primo caso, l'Inps sottolinea che vanno tenute in considerazione «le oggettive caratteristiche del settore anche allo scopo di evitare il rischio di pericolose involuzioni che possono portare alla crescita del lavoro irregolare». Per i lavoratori agricoli, la stima dell'Inps è che quasi quattro agricoltori su dieci hanno una paga oraria inferiore ai 9 euro.

Donne e under 35 i più penalizzati

La percentuale dei lavoratori che guadagnano meno di 9 euro l'ora sale se si considera il genere del dipendente: le donne sono il 26%, gli uomini il 21%. Male anche il dato relativo al Sud e alle Isole: in questi territori la percentuale sale al 31%.

La paga è più bassa anche per la fascia di popolazione con meno di 35 anni, sono il 38% a ricevere meno di 9 euro l'ora. Per quanto riguarda i settori, è l'artigianato che prevede i salari più bassi: sono il 52% a recepire meno di 9 euro orari, il 34% nel settore terziario e il 10% nell'industria.

Leggi anche