Fedriga al Congresso delle famiglie: «Orgoglioso di patrocinare loro e non il Gay pride»

Il governatore del Friuli Venezia Giulia difende la scelta di avere concesso, come il collega di partito Luca Zaia, il patrocinio al World Family Congress ma non farà lo stesso con la manifestazione dell’8 giugno a Trieste

Il governatore del Friuli Venezia GiuliaMassimiliano Fedriga difende la scelta di avere concesso il patrocinioal Congresso delle Famiglie di Verona, come il presidente della regione Veneto Luca Zaia.«Sono contento se si discute di famiglia, non vedo perché due anni fa (quando era presidente Debora Serracchianidel Pd, ndr) la Regione poteva dare il patrocinio al Gay pride e io no».

«Non concederò il patrocinio al Gay Pride a Trieste– dice Fedrigaentrando alla kermesse – perché nel manifesto si parla a favore dell’immigrazione e dell’adozione a favore di coppie dello stesso sesso. Si tratta di una linea politica diversa dalla mia». Oltre al governatore leghista, questo pomeriggio parteciperanno al congresso tre ministri del Carroccio: Matteo Salvini, Lorenzo Fontana e Marco Bussetti.

Leggi anche: